L’aeroporto può essere «ripescato». «Si» da ministero e Regioni alla proroga 1 anno. Il sindaco convoca i parlamentari

| 20 febbraio 2015

ginolisa2
Da ieri il Gino Lisa ha una speranza in più per non abbandonare l’elenco dei 38 aeroporti di interesse nazionale, sia pure grazie alla ciambella di salvataggio di una proroga. La conferenza delle Regioni ha, infatti, rilasciato parere positivo al decreto proposto dal ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, che inserisce nel Dpr (decreto presidente della Repubblica) il sopraggiunto comma 9 (era l’ottavo fino a pochi giorni fa), ovvero la possibilità che in dodici mesi gli scali senza requisiti possano rimettersi in regola raggiungendo alcuni parametri vincolanti di mercato. Quali? “Che l’aeroporto sia in grado di esercitare un ruolo ben definito all’interno del bacino, con una specializzazione dello scalo e una riconoscibile vocazione dello stesso, funzionale al sistema aeroportuale di bacino da incentivare; b) che l’aeroporto sia in grado di dimostrare il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario anche tendenziale e di adeguati indirizzi di solvibilità patrimoniale”.

Il Dpr adesso passerà all’attenzione del Parlamento che lo dovrà esaminare, ma per il Gino Lisa il conto alla rovescia è già cominciato. «Nel giro di pochi giorni – ha commentato ieri con la Gazzetta l’assessore regionale al Bilancio, Leo Di Gioia, in rappresentanza della Puglia alla conferenza Stato-Regioni – convocherò Aeroporti di Puglia, d’intesa con l’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, per valutare tempi e modi affinchè il Gino Lisa possa tornare a operare con voli di linea. E’ un risultato unico quello che la Regione Puglia è riuscita a ottenere in sede di conferenza delle Regioni, un risultato che la mette di fronte adesso a precise responsabilità». Di Gioia annuncia, inoltre, di voler promuovere a Foggia «un’assemblea ai più alti livelli istituzionali, con il contributo delle associazioni d’imprese e i comitati – al fine di valutare un percorso concertato per definire un progetto di rilancio per il Gino Lisa sulla base delle vocazioni dello scalo».

Che l’attenzione sia alta sul nodo-trasporti lo testimonia anche l’incontro, convocato per questo pomeriggio dal sindaco Franco Landella, con parlamentari ed europarlamentari eletti in Capitanata. L’obiettivo di palazzo di Città (ore 17) è stabilire un percorso di profilo istituzionale che affronti i punti controversi della “vertenza trasporti”, dall’impasse sull’iter autorizzativo per i lavori di allungamento pista del Gino Lisa al famigerato “baffo” ferroviario che da giugno potrebbe deviare tutto il traffico ferroviario, dunque non soltanto i merci, dalla stazione di piazzale Vittorio Veneto al fine di far guadagnare 10 minuti sull’orario di arrivo ai passeggeri, ma estromettendo un bacino di potenziali viaggiatori di circa un milione di persone considerando l’hinterland del Molise e della Basilicata (Foggia è la stazione di cambio per i cittadini lucani).

La decisione di istituire un coordinamento istituzionale, come si ricorderà, è stata assunta dallo stesso primo cittadino e dall’on. Michele Bordo nel corso di un incontro, lunedì scorso, voluto dall’associazione Vola Gino Lisa. Tiepide, al momento, le reazioni dello stesso comitato sull’iniziativa, bollata come «il solito tavolo» dalla presidente Marialuisa D’Ippolito. Ma, per valutarne l’efficacia, sarà importante capire come intende muoversi il coordinamento e soprattutto con quali interlocutori riuscirà ad affrontare le questioni sul tappeto. Il primo confronto con l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Elia, è un buon inizio.

Articolo di Massimo Levantaci pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno del 20.02.2015

In altre parole, il Gino Lisa è stato declassato, grazie all’assenza di forza della politica foggiana. Perchè di un tavolo politico, non tecnico, si è trattato.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Le verità e i fatti in evidenza, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Notizie, Sviluppo

I commenti sono chiusi