«Aeroporto, la Via entro gennaio». Calzolari: «Aspettiamo altre precisazioni dall’Enac, vogliamo chiudere anche noi»

| 24 dicembre 2014

calzolari

Il 6 febbraio 2015 saranno trascorsi due anni dall’avvio della procedura per la valutazione di impatto ambientale sui lavori di prolungamento della pista del Gino Lisa. Ma forse non si arriverà a quella data: il presidente della commissione di Via, Stefano Calzolari, conta di «chiudere tutto entro il prossimo gennaio». Lo ha detto ieri in un’intervista alla Gazzetta, confermando le aspettative di quanti tra i componenti dei comitati in difesa dell’aeroporto (l’Adiconsum ha aperto un filo diretto con il responsabile del procedimento, Venditti) e amministratori pubblici confidavano in una conclusione dell’estenuante maratona «entro la fine dell’anno». La fine della telenovela potrebbe invece slittare di qualche altra settimana ma, insomma, quasi ci siamo. E ciò anche in vista dello scioglimento della commissione ministeriale di Via previsto per il 31 dicembre. «In realtà – replica Calzolari – andremmo avanti ancora per qualche settimana, forse qualche mese, in regime di prorogato, giusto il tempo per completare il lavoro che c’è ancora da concludere».

Tra le cose da u ltimare c’è anche la pista dell’aeroporto di Foggia?
«Certamente, c’è anche la valutazione sull’allungamento della pista del Gino Lisa»

Sono passati quasi due anni dal sopralluogo che la commissione da lei presieduta fece in aeroporto, che cosa c’è ancora da valutare?
«Siamo in contatto continuo con l’ente proponente per le ultime precisazioni riguardo al progetto. Se non arrivano non possiamo chiudere l’istruttoria e la commissione non può esprimersi».

Ma questa è una risposta che lei aveva dato già un anno fa.
«Si tratta di documentazioni integrative, ci auguriamo tutti che si arrivi alla fase finale quanto prima in modo poi da permettere al ministero (dell’Ambiente, ndr) di autorizzare l’intervento. Noi tutti lo speriamo».

A Foggia questa vicenda viene vista come il gioco delle tre carte: l’Enac dice di aver inviato tutta la documentazione, Aeroporti di Puglia assicura di aver fornito tutto a Enac e la commissione di Via che rispedisce la pratica al mittente.
«No, guardi: noi abbiamo richiesto soltanto delle precisazioni. Sono informazioni che mirano a creare situazioni di maggior congruenza tra il progetto proposto e la valutazione che consegneremo al ministero. L’analisi inizierà non appena questi ultimi documenti saranno a destinazione».

Articolo di Massimo Levantaci pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno del 24.12.2014

pista gino lisa

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , ,

Categorie: Generale, Le verità e i fatti in evidenza, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Notizie, Progetti di allungamento della Pista del Gino Lisa, Sviluppo

I commenti sono chiusi