«Ci chiamano “fanatici di facebook” ma sarà una manifestazione pacifica». Alla manifestazione di oggi, con gli esponenti del Comitato, anche numerose Associazioni ed Istituzioni

| 6 maggio 2014

È il giorno della protesta, ma a carattere pacifico. L’iniziativa è indetta dal Comitato “Vola Gino Lisa” (di cui Mondo Gino Lisa ne fa parte), condivisa «da Associazioni e Sindacati che hanno dato la loro adesione, nella continuità della lotta collettiva che l’intera popolazione di Capitanata e delle Province limitrofe sta svolgendo da anni in difesa del suo unico scalo aeroportuale identificato nel “Gino Lisa” di Foggia, ritenuto fondamentale per lo sviluppo economico e turistico delle medesime aree».

«Come avvenne già a Foggia il 19 novembre 2011 per la chiusura dei voli dal “Gino Lisa”, poi in occasione della “Conferenza dei servizi” presso il Provveditorato alle Opere pubbliche a Bari per l’allungamento della pista del Gino Lisa, in questo momento è necessario scendere nuovamente in campo con una “presenza fisica”, questa volta direttamente a Bari – Palese, ovvero con una rappresentanza delle migliaia di persone che costituiscono il folto gruppo di sostenitori dello scalo foggiano, i così detti «fanatici di facebook».

Si è scelto come sede della manifestazione l’aeroporto di Bari perché è la sede di Aeroporti di Puglia, la Società che gestisce i quattro scali pugliesi», spiegano in una nota i pronotori dell’iniziativa che aggiungono: «Qui sarà rivolto ancora una volta l’appello al Presidente Nichi Vendola affinché intervenga decisamente e tempestivamente presso il ministero dell’Ambiente per la conclusione positiva della procedura di V.I.A. (“Valutazione di Impatto Ambientale”) sull’allungamento della pista di volo del “Gino Lisa”, che non solo è premessa indispensabile per un reale decollo dello scalo, ma la cui omissione entro la fine del mese di maggio comporta la perdita dei fondi FAS, già richiesti e assegnati allo scalo di Capitanata per la riattivazione dei voli verso le destinazioni strategiche per il rilancio e lo sviluppo imprenditoriale e occupazionale del territorio».

Al progetto hanno aderito anche le Acli provinciali di Foggia. Infatti, spiega il Presidente provinciale Fabio Carbone, «l’investimento economico per l’allungamento della pista non è solo indispensabile per avviare adeguate politiche di potenziamento infrastrutturale, ma anche e soprattutto ai fini di una più efficace e lungimirante pianificazione dello sviluppo economico e socio-culturale della provincia di Foggia». Per questo motivo condividendo le ragioni della manifestazione espresse dagli organizzatori del comitato Vola Gino Lisa, una delegazione della Presidenza provinciale congiuntamente con la Lega Consumatori e alla sua Presidente Maria Buono e al Centro Turistico delle Acli guidato da Nardino Lombardi sarà presente presso l’aeroporto Karol Wojtyla. «L’auspicio, dei dirigenti delle Acli – conclude Carbone – e che la politica non strumentalizzi a fini elettorali questo momento di partecipazione della società civile ma che al contrario sappia accompagnare concretamente a giusta soluzione le ultime procedure burocratiche per il via definitivo all’inizio dei lavori della pista». Anche Codici Foggia – Centro per i Diritti del Cittadino, parteciperà all’iniziativa odierna.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , ,

Categorie: Generale, Le verità e i fatti in evidenza, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Notizie, Sviluppo

I commenti sono chiusi