Il numero di passeggeri del 2009

| 19 gennaio 2010

Aeroporto di Foggia Gino Lisa
IL BILANCIO – MERCOLEDÌ LA PRESENTAZIONE DI TRE NUOVI COLLEGAMENTI
L’aeroporto vola a quota 70mila passeggeri. AdP ora punta quota 100mila. Un graduardo già alla portata, se poi si allungasse la pista…

L’Aeroporto Gino Lisa chiude il 2009 con un incremento del 129%. Un risultato quasi scontato, conseguenza della maggiore regolarità dei voli di linea che nell’anno precedente era stata garantita solo nei tre mesi finali (ottobre-di cembre). In ogni caso Aeroporti di Puglia, che parla di «traffico in forte crescita nel sistema aeroportuale pugliese» evidenzia con la giusta dose di enfasi anche il dato foggiano pur privo di significativi riscontri con il passato.

Ieri sono stati presentati i dati di traffico dell’anno appena trascorso: da Foggia hanno volato 68.228 passeggeri (nel 2008 erano stati 29.723). Obiettivo rispettato, si può dire che la quota dei 70mila passeggeri sia stata virtualmente raggiunta considerati alcuni disservizi nel trasporto giornaliero che hanno impedito a centinaia di passeggeri di decollare. Nella contabilità generale vanno, infatti, considerati i tre giorni di voli cancellati a febbraio dalla compagnia Myair per «guasto tecnico» e il ritiro della licenza provvisoria da parte di Enac (22 luglio) che determinò la cancellazione di tutti i voli da Foggia per tre giorni, con le ripercussioni sui voli della nuova compagnia Darwin (subentrata a Myair) che durarono per i successivi dieci giorni a seguire.

Si può dunque tracciare un identikit dello scalo dauno ora piuttosto attendibile con una media di 6mila passeggeri al mese. Dal punto di vista commerciale i mesi più interessanti sono quelli di giugno e dicembre, periodi in cui si è verificato il maggior incremento di passeggeri (6455 e 6586) sui tre voli di linea per Milano Malpensa, Torino e Palermo. Da marzo sono previsti tre nuovi collegamenti di linea della compagnia Skybridge per Bologna, Catania e Trieste che offriranno un ventaglio di opportunità verso altre aree della pe nisola in grado di far crescere sensibilmente il numero dei transiti. L’obiettivo di Aeroporti di Puglia è infatti quello di strutturare la domanda a quota 100mila, un traguardo già alla portata ma che può migliorare se solo si pensasse più concretamente ad allungare la pista.

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 19/01/2010.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Categorie: Generale, Rassegna Stampa

I commenti sono chiusi