«Chiarezza sui tempi di allungamento della pista e immediata ripresa dei voli con Milano»

| 10 dicembre 2013

«Sui lavoi di allungamento della pista dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia occorre conoscere con celerità e certezza i contenuti del nuovo bando di gara e nel frattempo bisogna procedere con l’immediata ripresa dei collegamenti aerei con Milano».

È quanto ha dichiarato il Presidente di Confindustria Foggia Giuseppe Di Carlo, intervenendo sulla travagliata vincenda dell’aerostazione foggiana. «Come imprenditori vogliamo essere pregiudizialmente fiduciosi nelle affermazioni tranquillizzanti di vari esponenti del governo regionale – ha aggiunto il Presidente Di Carlo -, ma a questa attenzione di fiducia debbono corrispondere fatti concreti; da qui la nostra richiesta di conoscere con chiarezza i termini di apertura e chiusura del nuovo bando, nonché quelli previsti per la realizzazione e la consegna dell’opera».

La Regione Puglia, dopo la sospensione del bando a sei giorni dall’apertura delle offerte, decisione a dir poco inquietante visto che nel bando di gara, più che blindato, c’era anche un riferimento ad un eventuale blocco per possibili infrazioni comunitarie sugli aiuti di Stato, ha assicurato che a breve riaprirà la questione con un nuovo bando.

Le assicurazioni che arrivano dalla Regione Puglia, tuttavia, vengono prese con molta cautela a livello territoriale perché le sorprese sull’allungamento della pista e sull’aumento delle potenzialità attrattive dello scalo foggiano, non sono mai mancate. Non a caso il territorio, che è il vero vincitore rispetto al dietro front della Regione Puglia, attraverso movimenti, associazioni ed Istituzioni continua a tenere altissima la guardia su questo problema.

«A questo primo importante elemento – prosegue il Presidente degli industriali di Capitanata – va affiancata un’iniziativa urgente di Aeroporti di Puglia per l’individuazione di un vettore in grado di assicurare il ripristino dei voli da Foggia verso il capoluogo lombardo, in una logica di affiancamento e continuità dell’impegno regionale volto a valorizzare la nostra infrastruttura aeroportuale». «Ecco perché al Presidente della Regione Puglia Vendola, in particolare, che sulla questione “Gino Lisa” ha parlato nei giorni scorsi di atto d’amore per Foggia e l’intera Capitanata, chiediamo ora atti concreti ed urgenti nelle due direzioni da noi indicate, affinchè i sentimenti dichiarati prendano subito corpo e sostanza».

Insomma, fatti e non più solo parole ma soprattutto pari opportunità ai territori, visto che non è più assolutamente praticabile, anche se alla Regione ci credono, fare arrivare i turisti sul Gargano con charter su Palese: due ore di volo in media dai principali hub europei e quattro ore di bus per raggiungere Peschici sono soltanto un insulto alla ragione.

Articolo di Massimo Levantaci pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno del 10.12.2013

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , ,

Categorie: Generale, Le verità e i fatti in evidenza, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Notizie, Pista, Sviluppo

I commenti sono chiusi