Gino Lisa, il Consiglio Comunale ha ri-approvato il progetto di allungamento della pista (a seguito delle modifiche richieste nella Conferenza dei Servizi in corso)

| 11 settembre 2012

IL Consiglio comunale di Foggia ha approvato, all’unanimità, il progetto di allungamento della pista di decollo e atterraggio dell’aeroporto “Gino Lisa”, così come modificato in seguito alle prescrizioni emerse nelle Conferenze di Servizi in corso presso il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Puglia e Basilicata. «Il livello del dibattito e il voto unanime del Consiglio testimoniano una coesione forte, rispetto alla quale proseguirò nel mio impegno personale a partecipare a tutte le riunioni di Conferenza di Servizi e a vigilare sugli stanziamenti FAS per la pista del nostro aeroporto», ha detto il sindaco, Gianni Mongelli, concludendo una discussione che ha visto gli interventi dei consiglieri Luigi Miranda (UdC), Italo Pontone e Luigi Vinciguerra (PD), Raffaele Capocchiano (Socialismo Dauno), Rosario Cusmai (PdL), Bruno Longo e Paolo Agostinacchio (La Destra).

L’illustrazione dell’importante accapo all’ordine del giorno è stata svolta dall’assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, Augusto Marasco, che ha spiegato quali attività hanno impegnato l’Amministrazione fin dal 27 febbraio scorso, quando si è svolta la prima Conferenza di Servizi a Bari. Il Comune sta elaborando il Piano di Rischio, attraverso la “Tecno Engineering 2C” di Roma, una società di ingegneria che lavorato o lavora per 53 scali aeroportuali in Italia e per 9 all’estero.

«Ho chiesto all’ingegner Piergiorgio Brunod, professionista di vasta esperienza della Tecno Engineering, di partecipare alla riunione di domani, in modo da illustrare le prime risultanze che paiono scongiurare interferenze con la programmazione edilizia e imporre un approfondimento per le realizzazioni che stanno interessando gli Ospedali Riuniti», ha detto Marasco, sottolineando che il Piano di Rischio è un adempimento di esclusiva competenza del Comune, sentito l’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile.

L’Assemblea comunale è stata convocata alla vigilia della Conferenza di Servizi, in modo da poter proseguire nell’iter di valutazione del progetto di allungamento della pista, forti della deliberazione consiliare sul progetto revisionato. Come ha spiegato l’ingegner Antonio Bruno, che ha curato la progettazione per conto di Aeroporti di Puglia, la revisione «non ha modificato alcuno degli elementi tecnici aeroportuali ma solo le opere accessorie che servono a mitigare gli impatti e a integrarsi con i vincoli tratturali».

La questione amministrativa legata alla presenza dei tratturi è il problema che, molto probabilmente, impegnerà la Conferenza di Servizi di domani. Come ha ricordato l’assessore Marasco nella sua relazione, il presidente della Conferenza, Tommaso Colabufo, lo scorso 25 giugno, aveva imposto alle Soprintendenze il termine perentorio di 60 giorni dal ricevimento del nuovo progetto della pista per esprimere i pareri di propria competenza. Scaduti inutilmente i 60 giorni, Colabufo aveva dichiarato applicabile il principio del silenzio-assenso. La Direzione regionali dei Beni Culturali ha, tuttavia, comunicato che renderà pareri solo in sede di Commissione nazionale di Valutazione di Impatto Ambientale, che entra in gioco dato che le infrastrutture aeroportuali sono di competenza statale.

I pareri delle Soprintendenze sono vincolanti: una volta assunti, il Consiglio comunale di Foggia potrà tornare a riunirsi per approvare la variante al Piano Comunale dei Tratturi, «un adempimento poco più che formale dato che il progetto approvato oggi è stato rivisto proprio ottemperando ai pareri dell’Ufficio Tratturi della Regione Puglia in materia di misure di mitigazione e compensazione», ha osservato Marasco.
De Leonardis: “Accelerare l’iter per il prolungamento della pista del ‘G.Lisa’”. “L’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio comunale di Foggia del progetto per il prolungamento della pista dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ spero riesca a imprimere una decisiva accelerazione a un iter che deve portare in tempi brevi all’inizio dei lavori necessari e indispensabili per una svolta nel futuro dello scalo foggiano, e spero spazzi via finalmente perplessità e ulteriori tentennamenti in chi ipotizza soluzioni alternative assolutamente non praticabili, e in chi lo considera un’infrastruttura inutile e costosa”. Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, si augura che “dalla Conferenza di servizio in programma domani a Bari e dagli ulteriori passaggi previsti prima del ritorno nell’aula consiliare di Palazzo di Città per il definitivo via libera – l’incontro al Ministero dell’Ambiente per la valutazione dell’impatto ambientale delle modifiche necessarie da apportare, la valutazione del Piano di rischio che deve tenere conto della nuova programmazione in atto e l’acquisizione del parere favorevole vincolante della Soprintendenza per la modifica al Piano dei Tratturi che insiste in parte dell’area interessata – non arrivino sgradite sorprese che possano compromettere l’ampliamento e il completamento di un’infrastruttura senza la quale parlare di sviluppo in Capitanata sarebbe una grossolana forzatura” sottolinea.

Fonte StatoQuotidiano.it del 11.09.2012

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , ,

Categorie: Conferenza dei Servizi, Generale, Notizie, Pista

I commenti sono chiusi