Inaugurata la nuova aerostazione di Lampedusa: uno scalo con pista a 1800 m indicato come esempio virtuoso

| 27 luglio 2012

Il 21 Luglio 2012 è stata inaugurata la nuova aerostazione dell’aeroporto di Lampedusa: di per sè la notizia non ha direttamente a che fare con il progetto di ampliamento del Gino Lisa (il cui prossimo step sarà la prossima seduta della Conferenza dei Servizi in programma il 12 Settembre – a tal proposito invitiamo tutti a firmare e a condividere con chi non l’avesse ancora fatto la petizione promossa da Mondo Gino Lisa) ma, come in molti ricorderanno, la nuova pista da 1800 metri dello scalo dauno  sarà identica a quella attuale dell’isola siciliana  (l’interessantissimo documento pubblicato da Mondo Gino Lisa che confronta le 2 piste è disponibile cliccando qui).

Il nuovo scalo di Lampedusa è un esempio tipico di aeroporto semplice ed efficiente, piccolo ma funzionale, ed ha delle dotazioni (8 check-in e 4 metal-detector) molto simili a quelle che potrebbero diventare le strutture dello scalo foggiano una volta che si decidesse di ampliarne anche l’aerostazione.

Sullo scalo Lampedusano operano da tempo già diversi vettori di livello (Alitalia e Meridiana in primis), ed è interessante confrontare i suoi numeri con quelli dell’aeroporto di Capitanata:

  • LAMPEDUSA (con aerei da 150-180 posti e pista da 1800m): abitanti 6.200 – POSTI LETTO  ca.  12.000 – PASSEGGERI 2010 ca. 210.000
  • FOGGIA (con aerei da 50 posti e pista da 1440m) : abitanti 600.000 (provincia) – POSTI LETTO 50.000 – PASSEGGERI 2010 (ultimo anno di operatività completa) ca. 80000

E questi numeri, ancora una volta, danno adito alla solita amara domanda: “Con la pista e gli aerei/tariffe di Lampedusa, a Foggia, quanti passeggeri si sarebbero potuti fare…?”.

La nuova struttura di Lampedusana, dalla caratteristica forma di nave, è costata circa 24 milioni di euro, finanziati per i 2/3 (16 milioni) con i Fondi Europei. A questo proposito, è interessante soffermarsi un attimo su questa frase pronunciata dal Presidente del Senato Schifani all’inaugurazione del nuovo terminal: «Bisogna usare con intelligenza i fondi UE…».

Parole che fanno riflettere: ma allora, com’è possibile che in Puglia i Fondi Europei (e per cifre ben superiori…) o vanno tutti a Bari/Brindisi, o restano inutilizzati/tornano indietro, anziché essere impiegati anche per l’Aeroporto di Foggia?

La domanda è sicuramente retorica, ma lascia lo spunto ad una meditazione. L’obiettivo non quello di continuare ad accusare – in Capitanata sono in tanti bravi a farlo -, ma di passare ai fatti, operando in prima persona per dare un futuro migliore alla provincia più popolosa della Puglia.

Esterno del Nuovo Terminal dell'Aeroporto di Lampedusa.

Esterno del Nuovo Terminal dell'Aeroporto di Lampedusa.

Nuovo Terminal Aeroporto di Lampedusa (interno)

Nuovo Terminal Aeroporto di Lampedusa (interno)

FOG & LMP

Nel frattempo, vi proponiamo una galleria fotografica sulla ristrutturazione dell’Aeroporto di Lampedusa, un esempio in cui si è speso poco per ottenere molto, una lezione da tenere presente per il “Gino Lisa”, dove non si hanno pretese mastodontiche a differenza del resto della regione. Maggiori dettagli sul progetto sono disponibili cliccando qui.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , ,

Categorie: Generale, Notizie, Novità, Pista, Progetti di allungamento della Pista del Gino Lisa, Studi, Studi sul Gino Lisa