Firma la petizione! Torniamo a volare dal Gino Lisa e prepariamoci per il futuro…

| 17 luglio 2012

A partire dal 7 novembre 2011, l’aeroporto di Foggia “Gino Lisa” è tornato nuovamente ad essere un’infrastruttura in stand-by.

Nei precedenti tre anni i foggiani hanno dato dimostrazione dell’esistenza di una forte domanda di volo, con riempimenti e numeri che mai si erano avuti in passato, nonostante la forte limitazione imposta dalla lunghezza della pista e dagli aeromobili che possono atterrare.

Gli 80.000 passeggeri/anno circa raggiunti a Foggia con un solo aereo da 50 posti e sole tre destinazioni di Darwin Airline, sarebbero stati sicuramente 240.000 con un aereo da 150 posti, come quelli usati a Bari e Brindisi e con le stesse tariffe medie. Ed usando un secondo aereo da 150 posti con un altro paio di destinazioni (Pisa, Treviso, …) ed un paio di internazionali (Londra, Parigi, Francoforte, …), sicuramente si sarebbero raggiunti i 400.000 passeggeri/anno! Questi numeri vengono da calcoli statistici, sondaggi, medie pesate, raffronti diretti, interviste: non sono numeri campati “in aria”…

Gli operatori turistici, le agenzie di viaggio e gli stessi cittadini stanno fortemente chiedendo che l’infrastruttura di Viale degli Aviatori ritorni a funzionare, per soddisfare l’esigenza di trasporto, motore che può far muovere e sollevare l’economia locale.

Al Gino Lisa si può tornare a volare subito, anche in attesa dell’allungamento della pista. Possono atterrare e decollare dallo scalo di Capitanata sin da oggi aeromobili anche più grandi di quelli visti fino ad oggi, come ATR-72 (elica/72 posti), Bombardier Dash-8 Q400 (TURBOelica/72 posti), Embraer 170 (JET/74 posti) e gli Embraer 175 (JET/88 posti). Tali velivoli sono molto diffusi e utilizzati dalla maggior parte delle compagnie per voli regionali. In particolare i Dash-8 Q400 e gli Embraer sono quelli più performanti e sono ad esempio presenti nella flotta di compagnie aeree che operano in Italia, come Alitalia, Lufthansa, AirDolomiti ecc… Si pensi che Alitalia utilizza gli Embarer 175 persino sull’importante tratta Roma-Milano!

Con questa petizione chiediamo agli Enti locali inerenti l’aeroporto e che hanno titolo in merito, la rapida riattivazione dei voli dallo scalo foggiano coinvolgendo e contattando le compagnie aeree indicate o che posseggono quegli aeromobili. Chiediamo una loro partecipazione attiva e non passiva sull’argomento, la formulazione di un accordo e l’utilizzo delle risorse messe a budget a inizio anno e tanto pubblicizzate.

Ricordiamo che ogni anno Aeroporti di Puglia finanzia 6 milioni di euro a Bari e altri 6 a Brindisi per i voli di Ryanair. Una cifra adeguata per volare da Foggia con Alitalia, Lufhtansa, Air Dolomiti con gli aerei da 70-80 posti indicati potrebbe essere molto inferiore. Ad oggi, invece, anche i 2 milioni di Euro stanziati dagli Enti locali (caso AirVallée) sono stati inutilizzati e l’aeroporto è tornato ad essere un deserto.

Chiediamo con priorità l’attivazione di collegamenti aerei con gli aeroporti di Milano, Torino, Venezia, Roma (* in codeshare con Alitalia) e Pisa e la ripresa del traffico sui cieli della Capitanata.

Nel corso del 2013, invece, anno in cui si dovrebbero realizzare i lavori per l’allungamento della pista dell’aeroporto a 1800-2000 metri, chiediamo agli stessi Enti locali inerenti l’aeroporto di intraprendere tutte le attività programmatiche necessarie affinchè al termine dell’opera possano arrivare immediatamente nuove compagnie, con aeromobili più capienti e che possano dare una sterzata positiva all’infrastruttura tanto importante per i foggiani.

Queste compagnie inizialmente sono ad esempio Alitalia, Airone, EasyJet, Meridiana, …: i loro Airbus A-319 da 150 posti garantirebbero finalmente la capienza, i prezzi, le destinazioni e gli orari di cui la Capitanata ha sempre avuto bisogno!

Tanto tempo è stato sprecato… Non si può arrivare al 2014 con un aeroporto fermo e non “attraente”. Non si può star fermi di fronte all’esplicita richiesta immediata di volo. Non si può ancora ignorare il problema e trovare false soluzioni come collegamenti con l’aeroporto limitrofo di Bari, che tanto limitrofo non è. L’insuccesso del Pugliairbus e/o di altre alternative paventate ne è la dimostrazione.

Vogliamo volare subito, vogliamo prepararci al 2014, vogliamo volare da Foggia!

Partecipa anche tu alla petizione promossa da Mondo Gino Lisa. Clicca qui per firmare e pubblicizza l’iniziativa tra i tuoi amici (ad esempio quelli di Facebook) e i tuoi parenti! Non mancare…

www.firmiamo.it/volaginolisa

La presente petizione è rivolta ai presenti Enti locali: Comune di Foggia, Altri Comuni della Provincia di Foggia, Provincia di Foggia, Regione Puglia (e tutti i relativi assessorati al trasporto), Camera di Commercio di Foggia, Aeroporti di Puglia S.p.A., Associazione Industriali della Provincia di Foggia.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , ,

Categorie: Generale, Le verità e i fatti in evidenza, Notizie, Studi