Le compagnie low cost per la nuova pista del Gino Lisa

| 27 aprile 2012

AIRBUS A320

È evidente agli occhi di tutti come questo sia sicuramente un periodo di stallo per la questione “Gino Lisa” e ripresa dei voli. Da un lato si è presentata una compagnia aerea che sta lasciando più di un dubbio sull’opportunità di sperimentarla nel nostro aeroporto, dall’altro la politica locale (dagli enti cittadini a quelli regionali) sta facendo ben poco per riaccendere il via vai di passeggeri dall’infrastruttura di Viale degli Aviatori. Non è obbligatorio indicare necessariamente la motivazione di tale situazione, poichè ne abbiamo parlato fin troppe volte.

Nonostante questo preferiamo concentrarci sull’iter per l’allungamento della pista, che si trova ancora nella fase della conferenza dei servizi,  e vogliamo in prospettiva proporre una lista di compagnie low cost che potrebbero operare sul Gino Lisa una volta che la traccia di asfalto verrà portata a 1800 m TORA/LDA.

(clicca per ingrandire)

La disponibilità di aereomobili di tipo Airbus A 319 e 320 è l’elemento principale che distingue queste compagnie da Ryanair, la quale non potrebbe operare in 1800 metri con i suoi Boeing 737-800 da 189 posti (ci teniamo a sottolineare la versione “800” di questo modello di velivolo).

Questo ovviamente non significa che i vettori qui elencati non possano costituire per l’utenza Foggiana una alternativa alla più famosa compagnia “no frills”: Easyjet e Air One (lo smart Carrier di Alitalia) rappresentano l’esempio di come si possano coniugare tariffe vantaggiose con servizi validi. Inoltre, tali compagnie lavorano anche con le agenzie di viaggio, i tour operator e le aziende, cosa che non fa il colosso irlandese.

Inoltre su Foggia la mancanza di alternative di trasporto (aggravate dal taglio dei convogli notturni di Trenitalia), unite ad un costo della benzina sempre in ascesa rendono il mezzo aereo strategico per gli spostamenti da e per la Capitanata anche senza tariffe stracciate a 5€ a tratta: dopo l’abbandono di My Air l’operatività di Darwin Airline era caratterizzata da tariffe decisamente non low cost, ma questo non ha impedito di ottenere coefficienti di riempimento di tutto rispetto. Il crollo delle vendite è avvenuto solo dopo il termine dei sovvenzionamenti regionali che portando le tariffe troppo in alto hanno fatto ridurre le prenotazioni: si parlava tuttavia di tariffe a/r su Milano che sfioravano i 400 € e che con aerei più capienti difficilmente saranno riproposte.

Tutte le compagnie elencate operano sugli aeroporti italiani principali: scorrendo la lista si può notare come potrebbero essere attivate rotte per le destinazioni che i sondaggi di Mondo Gino Lisa fin cui svolti hanno mostrato essere particolarmente gradite ai passeggeri Foggiani quali gli scali milanesi, Pisa e Venezia.

Nella tabella è stata inoltre inserita una colonna che segnala la disponibilità delle compagnie di velivoli in grado di operare anche con la pista attuale (1440 TORA – 1300 LDA).

Insomma, non tutto è per forza perduto. In questo momento l’attenzione deve rimanere alta per un passo strategico nell’iter che ci auguriamo porterà una svolta allo scalo tanto amato dai foggiani e bistrattato negli ultimi 40 anni di storia.

 

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Dove si vola/volerà, Generale, Notizie, Progetti di allungamento della Pista del Gino Lisa