Santarella (PDL): «Serve un piano di marketing». Mondo Gino Lisa: «Chiamiamo Alitalia» – Aeroporto, gli enti locali si diano una mossa

| 15 marzo 2012


Il dibattito sull’aeroporto Gino Lisa e sulla ripresa dei voli «sembra uscito dal dibattito politico», dice Savino Santarella vicecoordinatore vicario del Popolo della Libertà. «È invece tempo puntualizza che questa priorità infrastrutturale ed economica torni ad essere al centro dell’iniziativa politica ed istituzionale della Capitanata». Tuttavia, riguardo ai contatti con la compagnia Air Vallée e alla stipula del protocollo d’intesa Regione-enti locali non ancora firmato, il commento del Pdl va da tutt’altra parte: «Ritengo che la strada finora tracciata risponda solo parzialmente ai bisogni del territorio, perché essa sconta un vizio d’origine. L’appetibilità del Gino Lisa in termini prettamente imprenditoriali non può, infatti, essere legata a sovvenzionamenti pubblici che appartengono ad una logica del passato. Per valorizzare l’immenso patrimonio turistico della Capitanata, il primo dell’intera Puglia per numero di presenze, occorre al contrario attivarsi affinché le compagnie aeree conoscano e sfruttino le nostre immense potenzialità». «Serve, in altri termini – aggiunge l’esponente del Pdl – una matura azione di marketing e di promozione, completamente slegata da strategie assistenzialistiche che, come dimostra la storia della compagnia Darwin, nel lungo periodo corrono il rischio di rivelarsi incapaci di produrre gli effetti sperati».

Una linea condivisa anche dall’associazione Mondo Gino Lisa: «E’ arrivato il momento, anzi siamo già molto in là con i tempi – sottolinea il presidente dell’associazione – di mettersi all’opera e cercare di coinvolgere compagnie serie del calibro di Alitalia (che opera in proprio su un aeroporto dalle caratteristiche simili a quello foggiano: quello di Salerno), Lufthansa, Meridiana, altrimenti non si andrà mai da nessuna parte. Questo non significa assolutamente che bisogna aspettare che le compagnie prendano per prime l’iniziativa: sono gli enti locali che devono contattarle e promuovere il nostro territorio».

Autore Massimo Levantaci – Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno – Edizione del 15.03.2012

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , ,

Categorie: Generale, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Notizie, Rassegna Stampa