Aeroporto, si ferma il bus per Palese

| 20 dicembre 2011

Gli amministratori e i cittadini che rimpiangono i voli Darwin, l’hanno presa come uno sfottò. «Ma noi non imponiamo nulla»

In cambio dei voli perduti ecco decollare la navetta di collegamento giornaliero con l’aeroporto di Bari Palese. Dovrebbe accadere dal 1 gennaio. Ma, attenzione: tutto resta appeso al filo delle imponderabilità che quando c’è di mezzo l’aeroporto Gino Lisa sono assai lievi. Ebbene questa storia della navetta sembra proprio non andare giù ai foggiani. Gli enti locali, per non parlare dei cittadini che rimpiangono ancora i voli della Darwin, l’hanno presa come uno sfottò. Così a pochi giorni dal varo del servizio su gomma, promosso dalla Regione con il solito braccio operativo di Aeroporti di Puglia, il bus rischia di piantarsi prima ancora di capire se l’offerta sostitutiva potrà avere un mercato.

«E’ che manca una condivisione piena da parte degli enti locali – risponde l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola – riscontriamo troppe resistenze, quasi come se volessimo imporre qualcosa. Dev’esser chiaro che invece la Regione ha previsto un servizio utile proprio per venire incontro alle esigenze di tutti quei passeggeri, compresi coloro che prendevano regolarmente l’aereo a Foggia, che oggi possono volare dall’aeroporto di Bari senza dover prendere l’auto, lasciarla al parcheggio, sostenere costi suppletivi».

A Foggia però non l’hanno presa bene questa sostituzione in simultanea aereoautobus: la pubblicità al servizio navetta, manco a farla apposta, è comparsa sui giornali il giorno dopo (8 novembre) l’addio della Darwin. «Ci hanno accusato di voler portare passeggeri alla causa dell’aeroporto barese – ribatte Di Paola – riteniamo invece che vi sia un’utenza interessata alla navetta. O che almeno lo si verifichi. Abbiamo previsto un operativo dei pullman con periodi di attesa non superiori all’ora e quindici minuti. La navetta su gomma ci fornirà anche i parametri da caricare sul trenotram che da Bari Palese collegherà Barletta e dunque Foggia in un tempo sicuramente inferiore rispetto a quanto impiega oggi l’autobus. Alimentare l’eser cizio su gomma avverte Di Paola ci consentirà di motivare anche l’eser cente ferroviario».

Nel frattempo l’amministratore unico di Adp «coccola» gli albergatori del Gargano, che stanno già vendendo i pacchetti tutto compreso trasbordo in pullman dallo scalo di Palese. «Partiremo in primavera è sicuro Di Paola lì hanno capito il senso di quel che stiamo facendo».

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 20.12.2011

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , ,

Categorie: Curiosità, Generale, Novità, Rassegna Stampa