AirValee in arrivo al Gino Lisa? L’ipotesi sembrerebbe diventare presto realtà. Ma con i pro e i contro.

| 13 novembre 2011

La notizia di un possibile interesse della compagnia aerea AirVallee sta diventando di ora in ora sempre più concreta. Oggi La Gazzetta del Mezzogiorno ricalca ancora e non possiamo evitare di riportare il relativo articolo qui di seguito.

La prossima settimana sarà fondamentale per la ripresa dei collegamenti dallo scalo di viale degli Aviatori. Vengono, infatti, al pettine i nodi legati alla compagnia Air Vallee che (come scritto nei giorni scorsi) ha presentato alle autorità locali un progetto per la riattivazione di collegamenti di linea per Milano Malpensa, Torino e Palermo (o Catania), le stesse tratte servite fino al 7 novembre scorso dalla compagnia Darwin Airline.

Air Vallee ha presentato giovedì scorso il suo progetto ai vertici di Promodaunia (la società consortile di Provincia e Camera di commercio) e la prossima settimana dovrebbe meglio esplicare la sua proposta con la presentazione di un piano industriale. Secondo indiscrezioni il progetto dovrebbe essere legato all’attivazione, prevista per il 21 novembre prossimo, di un collegamento Pescara-Torino dall’aeroporto della città abruzzese.

La compagnia Air Vallee dovrebbe operare il servizio con aerei Dornier da trentuno posti, ma il vettore altoatesino non esclude l’ipotesi di poter impiegare dall’aeroporto di Foggia aerei più capienti se la domanda, una volta “testata ” attraverso i Dornier, dovesse incoraggiare l’investimento.

Aeroporti di Puglia e Regione affermano di «essere al corrente» della proposta di Air Vallee. «Stiamo valutando anche la disponibilità di altre compagnie – spiega alla Gazzetta l’assessore ai Trasporti, Guglielmo Minervini – quando Air Vallee ufficializzerà la sua proposta la prenderemo in considerazione». Quanto al contributo pubblico, si muove anche la Camera d commercio che sull’argomento farà il punto della situazione con i presidenti delle associazioni datoriali nell’incontro previsto per martedì

Questo il resoconto. Noi vorremmo soffermare l’attenzione dei nostri lettori sulla frase “La compagnia Air Vallee dovrebbe operare il servizio con aerei Dornier da trentuno posti, ma il vettore altoatesino non esclude l’ipotesi di poter impiegare dall’aeroporto di Foggia aerei più capienti se la domanda, una volta “testata ” attraverso i Dornier, dovesse incoraggiare l’investimento”.

Può essere un’ipotesi corretta e da perseguire? Facciamo osservare che i Dornier 328 da 31 posti sono gli stessi aeromobili che furono utilizzati nelle sfortunate esperienze della Federico II, ClubAir, AirAlps, Skybridge Airops, tutte resesi fallimentari. Questo perchè il costo per passeggero che questi velivoli impongono alla compagnia sono talmente elevati da non rendere competitivi ed economici i voli offerti ai passeggeri. Un costo sicuramente superiore a quello di un velivolo da 50 posti come il Saab2000 a cui eravamo abituati nella fortunatissima esperienza Drwin Airline, ma che ha determinato un’immediata chiusura non appena sono venuti meno i sostanzioni contributi pubblici (100 euro a passeggero) poichè i prezzi sono schizzati alle stelle.

Che cosa vogliamo dire? Non di certo che non siamo felici che una nuova compagnia aerea arrivi a Foggia. Anzi, tutto il contrario! Riteniamo però non corretto e di fallimento sicuro la sola ipotesi di voler perseverare in errori fatti più volte in passato e che non hanno mai fatto decollare davvero il Gino Lisa. Se c’è la possibilità di avere aeromobili da almeno 50 posti, bisogna partire direttamente con quelli! Solo così si può scommettere su un mercato, quello foggiano, fortemente recintato da aeroporti concorrenti che vivono grazie a compagnie low-cost, i quali sono capaci di far sentire il loro influsso anche dalle nostre parti.

Per il resto delle osservazioni, invitiamo tutti i nostri lettori di approfondire il discorso leggendo questi altri due articoli: “L’importanza dei numeri e dei passeggeri” ed “AirVallee interessata al Gino Lisa? Ben venga, ma non è una soluzione al problema dell’Aeroporto di Foggia”.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , ,

Categorie: Curiosità, Generale, Novità