AirValee interessata al Gino Lisa? Ben venga, ma non è una soluzione al problema dell’Aeroporto di Foggia

| 11 novembre 2011

In questi giorni stiamo ricevendo una serie di commenti e contatti da parte dei nostri lettori per segnalarci o chiederci il nostro parere sul presunto interesse della compagnia AirVallee ad attivare voli “in proprio” dall’Aeroporto di Foggia. La notizia è stata confermata da diversi quotidiani locali in questi ultimi due giorni.

La Gazzetta del Mezzogiorno di oggi, inoltre, ha intervistato sull’argomento Roberto Pucillo, Presidente di Alidaunia, il quale ha confermato l’indiscrezione dichiarando di esser stato contattato anche da altre compagnie, per un interesse nell’operare sullo scalo di Viale degli Aviatori.

Come associazione e community che da sempre sostiene la crescita e lo sviluppo dell’Aeroporto di Foggia non possiamo che esser contenti che una nuova compagnia aerea sia interessata a volare da Viale degli Aviatori e al “nostro” aeroporto. Ma non possiamo astenerci dall’invitare tutti a fare attenzione che la proposta di AirVallee non rappresenta una soluzione al problema del Gino Lisa: si tratta di qualcosa di diverso.

La flotta di AirVallee compatibile con il Gino Lisa si compone di 2 Dornier 328, ovvero di aerei da 31 posti. Tali velivoli, in realtà, sono già noti ai foggiani e al nostro aeroporto. Sono gli stessi che erano utilizzati da ItaliAirlines, AirAlps per conto di ClubAir e SkyBridge Airops. Come noto, tutti i casi, l’esperienza si è conclusa rapidamente con l’insuccesso.

Il problema non è la compagnia ma sono gli aeromobili utilizzati. I Dornier 328 obbligano la compagnia aerea a sostenere un costo per passeggero superiore a quello di aeromobili più grandi, persino dei Saab2000 (di Darwin Airline) e degli ATR-42 (sempre da 50 posti).

È importante riflettere sul fatto che se Darwin Airlines, dopo tre anni di voli, dopo essersi fatta conoscere ed apprezzare dai foggiani, dopo aver coltivato e fatto crescere il mercato, non è riuscita a reggere l’impatto di un impennata dei prezzi non appena sono terminati i contributi pubblici sui voli da Foggia, come può una compagnia con aerei più piccoli e più costosi, senza avere la stessa notorietà della precedente, senza contributi pubblici e soprattutto dopo un’ulteriore sconfitta per lo scalo, garantire un successo o una competitività maggiore?

Lungi da noi mettere in discussione il marketing e le capacità imprenditoriali di AirValee, ma non è ragionevole non considerare quali sono i presupposti.

La storia dell’Aeroporto di Foggia l’ha insegnato. L’unica soluzione al problema del Gino Lisa è l’allungamento della pista e l’apertura dell’aerostazione agli aromobili utilizzati dalla maggior parte delle compagnie, low-cost e non, ovvero gli Airbus 319, gli Airbus 320, i Boeing 737-700 e i Boeing 737-800: solo così ci sarebbe davvero l’apertura di Foggia al reale mercato dell’aviazione civile. Questa si che sarebbe una condizione di crescita.

Nel frattempo che ciò venga realizzato, abbiamo imparato a nostre spese che non è conveniente per nessuno utilizzare aeromobili da meno di 50 posti. L’ideale al momento sarebbero velivoli da 70 posti circa, come i Dash Q400.

In altri modi si continua a pretendere di giocare un campionato di Formula Uno con delle automobili non adeguate. È come mettersi in pista con una vecchia Fiat 500… Il rischio è sicuramente quello di venir subito sorpassati, ma anche quello di venire travolti dalle altre auto in corsa!

Probabilmente ci possono essere interessi diversi da quelli inclusi nel nostro ragionamento. Crediamo però che far passare questa come una soluzione sia solo fantasia, oppure un’utopia che per definizione non diventerà realtà. Non si finisce così per distogliere l’attenzione della gente dal reale problema?

Concludendo, se AirValee o altre compagnie decidessero davvero di iniziare il proprio operativo da Foggia saranno ovviamente le benvenute, ma il processo di crescita del Gino Lisa dovrà procedere in maniera indipendente da questi eventi.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , ,

Categorie: Compagnie Aeree, Generale, Sviluppo