Minervini attacca Pepe: «Sapeva le ragioni della mia assenza, polemica strumentale»… Ma la serietà?

| 21 settembre 2011

La Regione sembra ora intenzionata a correre ai ripari, dopo la «diserzione di massa» del vertice convocato lunedì in Provincia sui voli (a rischio) dell’aeroporto Gino Lisa. Lunedì prossimo dovrebbe tenersi una sorta di incontro riparatore, sempre a Foggia, tra le autorità locali, l’assessore regionale alla Mobilità, Guglielmo Minervini e l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola, finito anch’egli nel mirino per la scelta – casuale, si difende Adp – di autorizzare un volo di linea Bari-Palermo da novembre gemello del collegamento che già effettua Darwin dal “Lisa”.

Ma ieri è stato il giorno delle repliche anche un po’ risentite, a margine delle dichiarazioni molto seccate degli amministratori foggiani pronunciate nel vertice. L’assessore Minervini, in particolare, se l’è presa con il presidente della Provincia, Antonio Pepe, reo di non aver comunicato le ragioni della sua assenza: «Avevo informato l’on. Pepe che lunedì avrei avuto una riunione di giunta, la stessa che si tiene normalmente di martedì ma che è stata anticipata per impegni del presidente Vendola. Avevo perciò chiesto al presidente della Provincia se fosse il caso di confermare la data del vertice. Mai avrei immaginato che una normale interlocuzione fra due amministratori pubblici potesse essere così strumentalizzata. Sarebbe un errore se venisse inquinato il rapporto tra le istituzioni, a Foggia ci sarò per concordare con gli enti locali gli impegni presi sul territorio che non cambiano di una virgola, ma spiace che accadano certe cose».

La Confcommercio si dice «perplessa» del risultato dell’incontro di lunedì scorso e invita Minervini, il sindaco Mongelli e il presidente della Camera di commercio Zanasi «a essere più propositivi». «Abbiamo già rimarcato, all’indomani del primo incontro con la Regione – si legge in una nota – che la Capitanata tutta si deve impegnare per mantenere e potenziare una infrastruttura fondamentale per il territorio. Ma la Regione Puglia avverte l’organizzazione dei commercianti non può pensare di disimpegnarsi dall’oggi al domani senza dare un sostengo ad uno sforzo doveroso ma pesante per un provincia come quella di Capitanata. Anche sentirsi dire da Aeroporti di Puglia che il volo Palermo Bari non è concorrenziale con quello di Darwin, sa tanto di dichiarazione di resa e di scelte strategica per il futuro della società di gestione. Tutti i rappresentanti regionali di Capitanata particolarmente quelli di maggioranza – pro segue la nota – devono comprendere che perdere oggi i voli può significare sacrificare le potenzialità di sviluppo del turismo della provincia di Foggia e se ne assumono una responsabilità politica di cui dovranno rendere conto».

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 21.09.2011

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Novità, Rassegna Stampa

I commenti sono chiusi