Operatori turistici: si ai charter dal 2012

| 20 settembre 2011

Nel 2012 potrebbero atterrare al Gino Lisa i primi charter turistici diretti sul Gargano. L’argomento è stato affrontato ieri in Provincia in occasione del vertice dedicato ai «sistemi turistici locali». Due i sistemi locali candidati al riconoscimento da parte della Regione Puglia: Gargano e Monti Dauni-Lucera. «Dal turismo balneare a quello paesaggistico, da quello religioso a quello enogastronomico fino a quello culturale – spiega l’assessore provinciale al Turismo, Billa Consiglio – la nostra provincia possiede una molteplicità di caratteristiche che ne fanno un territorio unico, nel quale abbiamo il dovere di sperimentare formule diversificate di offerta turistica, centrando l’obiettivo di una destagionalizzazione dei flussi e mettendo in campo una promozione che ci consenta, anche grazie ad una più mirata formazione degli operatori del settore, di affrontare e vincere la sfida del turismo del nuovo millennio». Ma è sui voli charter che si concentra l’attenzione di sindaci e operatori (all’incontro erano presenti il sindaci di Vieste e Peschici, Ersilia Nobile e Domenico Vescera e l’assessore al turismo di Vieste, Nicola Rosiello). L’idea continua ad affascinare gli albergatori locali, che sembra abbiano ora rotto gli indugi dopo il boom dell’ultima stagione estiva con oltre 5 milioni di arrivi (2 milioni di pernottamenti solo a Vieste) e che ha visto sul promontorio l’arrivo di centinaia di turisti scandinavi venuti in perlustrazione in vista del mondiale di orientamento in programma sul Gargano nel 2013. Un flusso portato dalla navetta «Puglia airbus» voluta da Aeroporti di Puglia (su richiesta degli albergatori garganici) per avvicinare l’aeroporto di Bari che resta purtuttavia sempre troppo distante dal luogo di arrivo (non meno di due ore da sommare ad altre 2 di volo). E comunque pur in presenza di presenze turistiche così nuove e significative, il servizio reso dalla navetta non è stato adeguatamente monitorato: non si conosce, infatti, da quale aeroporto di provenienza (certamente uno dei tanti del centro Europa collegati con Bari) arrivino i turisti scandinavi. Alla luce di questa importante novità, l’imprenditore Gino Notarangelo (Gattarella Village) potrebbe essere il primo imprenditore del Gargano ad autofinanziare una serie di voli charter per la prossima stagione estiva su aerei da 74 posti: «Ho chiesto vari preventivi, puntiamo su pacchetti da 500-600 euro volo compreso, con i costi quasi ci siamo». «Quella che abbiamo di fronte – ha concluso l’assessore alle Attività produttive Pasquale Pazienza – è una sfida da affrontare non solo migliorando le infrastrutture, i servizi e la qualità delle strutture ricettive ma anche valorizzando le nostre molteplici eccellenze all’interno di un disegno condiviso.».

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 20.09.2011

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , ,

Categorie: charter, Generale, Novità, Rassegna Stampa

I commenti sono chiusi