Foggiani in volo, nessuno vuol scendere. Intervista a Domenico di Paola sul proseguimento dei voli

| 11 settembre 2011

Foggiani in volo, nessuno vuol scendere dall’aereo. Ma lo capiremo presto con quanta convinzione lo dicono: quella che comincia domani, infatti, potrebbe essere già una settimana decisiva per la difesa dei collegamenti: giovedì in Provincia è prevista (data da confermare) la riunione con i sindaci, venerdì si riunisce la giunta della Camera di commercio. Nel mezzo registriamo gli impegni solenni degli imprenditori a livello collettivo (Confindustria) e personale (Salatto). Insomma è in atto quella moral suasion che dovrebbe far leva anche (se non soprattutto) sui passeggeri affinchè il 1 ottobre non si spaventino più di tanto se troveranno i biglietti più cari (matematico). «E’ arrivato il momento di misurare il polso dei foggiani, capire se il territorio è maturo per un aeroporto efficiente e con più destinazioni», dice l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia Domenico Di Paola.

La sfida che attende il Gino Lisa è però da salto triplo: mantenere i voli significherà soprattutto incrementare il numero dei passeggeri. Darwin senza contributo con i quasi 72mila biglietti staccati nel 2010 non ci farà molto. «Si apre un periodo di verifica delicato, non lo nascondo. Ma non siamo di fronte a nessun gesto ultimativo: Aeroporti di Puglia continuerà a redigere il progetto per l’allungamento della pista e finanzierà i costi, che continuano a essere alti, per il funzionamento dello scalo. Solo la spesa per i vigili del fuoco costa all’anno 850mila euro (2,7 milioni nel totale: ndr). Avevamo chiesto un’iniziativa forte agli enti locali, bastava una lettera al ministero dell’Interno per avere sul Gino Lisa i vigili del fuoco pagati dallo Stato. Non dico che li avremmo ottenuti subito, ma sarebbe stato comunque un gesto di buona volontà».

Così la Regione ha deciso di dare il benservito al Gino Lisa, del resto il proverbio dice “aiu tati che dio ti aiuta”. «No, un momento. Il grado di responsabilità della Regione e nostro è tale che anche se fossimo indosoddisfatti del comportamento degli enti locali non ci metteremmo a far vendette. Debbo aggiungere che la mia non è una critica agli enti, non credo che la politica possa occuparsi di tutto. Oltretutto va detto che prolungare il periodo di startup del contratto di servizio con Darwin, oltre che una questione economica, poneva una serie di questioni non irrilevanti che cozzano con normative precise. Se, come mi auguro, la risposta dei passeggeri foggiani sarà positiva, potremo attrarre nuovo traffico. Io lavoro per questo più che recriminare».

Ci sono però alcune cose che il cittadino foggiano non si spiega: ad esempio i 12,5 milioni di euro finanziati per l’ulteriore ampliamento dell’aeroporto di Bari. E poi non si trovano 4,8 milioni per l’aeroporto di Foggia. «Non è la stessa cosa, c’è una bella differenza fra il mattone e il servizio. Per l’Unione europea è molto più facile finanziare la costruzione di una strada piuttosto che una linea che deve correrci sopra. Ma tornando al servizio voglio ricordare che la compagnia Ryanair a Bari viene finanziata da un meccanismo di contribuzione pubblico pari a 5 euro per passeggero, mentre Darwin per lo stesso passeggero ne ha intascati 100».

Sarebbe paradossale però uno scalo con i lavori di ampliamento in corso e senza voli. Teme questa conclusione? «Qui si chiede tutto alla politica, ma il territorio che bisogno ha di questo aeroporto e come vuol volare, ovviamente non gratis? E’ questa la domanda che oggi a mio avviso dovremmo porci. A Taranto mi stanno mettendo in croce perchè vogliono aprire lo scalo per due voli charter con Medjugorje. Non ci si rende conto cosa significa l’apertura di un aeroporto».

Da più parti si levano inviti alla Regione ed Aeroporti di Puglia affinchè in questo momento così delicato non abbandonino la provincia di Foggia e il Gino Lisa. Lei cosa risponde? «Ma noi siamo e continueremo a essere al fianco agli enti. Continueremo a lavorare su tutti i fronti, dal prolungamento della pista ai collegamenti in autobus dal Gargano con l’aeroporto di Bari. Più che la Provincia, il Comune e la Camera di commercio vorrei avere al mio fianco Promodaunia (la società di marketing di Provincia e Camera di commercio, una scatola vuota: ndr) che non ho mai visto. E’ questo il momento di fare promozione. Il sindaco ha mille cose di cui occuparsi. Ma gli altri?».

Nel frattempo, l’appello di Miranda e Marino: «Enti locali vietato restare inermi». Tutta la società civile foggiana deve sentirsi impegnata per difendere l’aeroporto e i voli della Darwin nella fase cruciale del passaggio (1 ottobre) ai prezzi senza più contributo pubblico. Per questo le amministrazioni locali «non possono rimanere inermi – dice il consigliere comunale Luigi Miranda – bisogna intervenire affinché il Gino Lisa e le altre infrastrutture di Capitanata non perdano la propria utenza, soprattutto alla luce dell’importante traguardo da poco raggiunto, ovvero l’approvazione da parte del Cipe della delibera che sblocca i fondi Fas sui progetti per l’alta capacità ferroviaria Bari-Foggia-Napoli e l’allungamento della pista del Gino Lisa».

«Se il riscontro da parte dell’utenza è stato notevole finora sui voli, nonostante le limitatezze della pista – conclude Miranda – proviamo solo ad immaginare le prospettive positive che potrebbero esserci con la nuova pista da 2000 metri. Il nostro compito è tutt’altro che concluso: sarà nostro dovere ora monitorare quotidianamente sulla realizzazione di tale progetto affinché non si assista all’ennesimo traguardo mancato».

Anche il consigliere regionale Dino Marino sollecita un impegno istituzionale più diretto in questa fase di transizione e chiama in causa la Regione: «In questa fase cruciale per il futuro del nostro aeroporto deve dimostrare di essere più al fianco delle amministraizoni locali spiega il presidente della commissione Sanità così come ha fatto per Bari e Brindisi».

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno dell’11.9.2011

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , , ,

Categorie: Generale, Lo stato dei fatti sul Gino Lisa, Pista, Rassegna Stampa