Al Gino Lisa parlano i dati, in continua crescita

| 18 giugno 2011

Gino Lisa, traffico da record: passeggeri in netto aumento. Registrato un 4,4 per cento in più: «Un dato estremamente confortante».

Parlano i dati, a conferma della crescita; parlano i numeri a supporto della necessità di puntare su un aeroporto che andrebbe valorizzato non solo per una carezza della storia; eloquenti le cifre a garantire il futuro e un trend forse senza precedenti. Dati copiosi da porre sotto gli occhi di chi tra scetticismo e poche chance accredita al Gino Lisa vita breve.

Gli ultimi consuntivi di Aeroporti di Puglia relativi al 31 maggio 2011 sono lunsinghieri. Nei primi cinque mesi del 2011, i passeggeri in arrivo e partenza da/per lo scalo di Puglia (Bari, Brindisi e Foggia) sono stati 2.110893, il 21% in più rispetto all’analogo periodo 2010, quando il totale era stato di 1.744.663 passeggeri. In crescita il dato registrato per l’aeroporto Gino Lisa di Foggia, dove il totale al 31 maggio 2011 (arrivi + partenze) è stato di 27.515 passeggeri, a fronte dei 26.345 passeggeri dello stesso periodo dello scorso anno (+ 4,4%).

Insomma il Gino Lisa cresce con buona pace per chi vede e continua a intravvedere nubi all’orizzonte circa una sua possibile chiusura a settembre complice il ritiro – noi di Mondo Gino Lisa siamo di parere contrario (cfr. qui) – della compagnia che chiede fondi. L’assessore regionale Guglielmo Minervini è stato comunque chiaro nella sua ultima esternazione: «La Darwin deve rispettare il contratto, ce n’è per un altro anno, e la questione della paura di una nuova pausa non si porrebbe, se è vero che i finanziamenti dovrebbero esserci».

Intanto dopo l’ultimo studio redatto sulla pista si pensa ai lavori da compiere per l’allungamento: questa estate sarà comunque un nuovo banco di prova in attesa dei lavori che dovrebbero dare una svolta alla struttura aeroportuale foggiana.

Intanto il presidente della Provincia Antonio Pepe sta comunque contattando i sindaci dell’intera provincia alla ricerca di intese e contributi per dar forza all’azione ed evitare eventuali sorprese che potrebbero manifestarsi a settembre in caso di eventuali defezioni. La difesa dell’aeroporto Gino Lisa divenuta una questione quasi epocali per Foggia e la Capitanata intera è una vertenza aperta. Tutto questo mentre i dati recenti e passati confortano.

Lo scalo di Foggia come fattore di sviluppo e il futuro dell’aeroporto Gino Lisa diventano importanti anche per una vetrina internazionale come la borsa del turismo del Gargano organizzata dal consorzio degli operatori turistici ‘Gargano Mare’ in collaborazione con l’Amministrazione provincialedi Foggia, la Regione Puglia ed i Comuni di Rodi, Vico, Peschici, Mattinata e Vieste.

Un evento itinerante, in programma dal 19 al 23 giugno prossimi, “che si configura quale occasione di promozione del prodotto turistico Gargano attraverso l’integrazione tra soggetti privati di diversi territori con il pubblico al fine di creare una sinergia economica positiva per il Gargano”, ha commentato Francesco Ceschin in rappresentanza della Regione. L’evento si caratterizzerà in due momenti: la conoscenza del territorio, con la formula del cosiddetto educational tour e l’aspetto di carattere più propriamente commerciale, con un workshop internazionale, cui parteciperanno buyer provenienti da Norvegia, Svezia, Danimarca, Olanda, Francia, Regno Unito, Polonia, Finlandia.

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 18.06.2011

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , ,

Categorie: Dati passeggeri, Generale, Pista, Rassegna Stampa

I commenti sono chiusi