Guglielmo Minervini intervistato da Mondo Gino Lisa: «il “Gino Lisa” costituisce priorità assoluta all’interno del piano “Puglia Corsara”, una priorità all’interno delle priorità»

| 18 marzo 2011

Nella mattinata di oggi si è svolta presso l’Auditorium Formedil di Via Napoli il convegno dal titolo “Infrastrutture nel sistema della mobilità”, organizzato da FILT e CGIL.

Un convegno in cui si è parlato del futuro dei trasporti in terra di Capitanata, con particolare attenzione per il “Gino Lisa”. Hanno partecipato diverse autorità, tra cui l’Assessore Regionale ai Trasporti Guglielmo Minervini, il quale ci ha dedicato del tempo per una breve intervista esclusiva a Mondo Gino Lisa.

Assessore Minervini, volevamo avere qualche notizia un po’ più specifica per quanto riguarda l’Aeroporto di Foggia, le intenzioni della Regione e le tempistiche…

Ho già detto tutto su questo – nella conferenza di oggi, ndr. – nel senso che a giorni il tutto sarà inserito nel pacchetto di interventi infrastrutturali del sistema aeroportuale. Questo pacchetto di interventi è una delle priorità di “Puglia Corsara”. All’interno di questo pacchetto il “Gino Lisa” costituisce priorità assoluta, una priorità all’interno delle priorità. Nel momento in cui con il Governo si definiranno le risorse e saranno disponibili per il “Piano per il Sud”, non v’è dubbio che tra le prime infrastrutture che verranno realizzate c’è questa di cui stiamo parlando.

Noi siamo contenti dell’attenzione che sta dimostrando, sperando solo che le tempistiche non siano quelle del 2013 – annunciate dal Dirigente Summo di Aeroporti di Puglia durante la stessa conferenza – perché per 300 metri sembrano un po’ tante…

Purtroppo i tempi non dipendono solo da noi, nel senso che non sappiamo il negoziato con il Ministero degli Affari Regionali, e quindi del “Piano per il Sud”, quali tempi effettivamente abbia. Sto con fiducia agli impegni assunti dal Ministro Fitto di tempi estremamente rapidi e di un processo che nel giro di qualche mese possa chiudere. Fatto questo io non ho dubbio che la capacità operativa di Aeroporti di Puglia è tra le più alte tra i diversi soggetti – medesimi dello stesso settore aereo in Italia -. Quindi non ho dubbio che la fase di progettazione e realizzazione avrà tempi estremamente rapidi.

Ultima domanda. Noi – di Mondo Gino Lisa, ndr. – abbiamo prodotto e studiato con esponenti di Eurocontrol documentazione sul “Gino Lisa” e abbiamo dimostrato che un’eventuale pista trasversale ha degli handicap non sottovalutabili. Ha un Coefficiente di Utilizzabilità del 44%, e l’ICAO (che è l’Internationa Civil Aviation Organization) presuppone un valore di almeno il 95%, quindi c’è un 50% di differenza. Fattori negativi già noti oggi. Noi spingiamo per l’allungamento della pista, speriamo che la Regione Puglia possa analizzare questa documentazione che è disponibile sul nostro sito www.ginolisa.it ed accessibile a tutti. Ed eventualmente valutarla con attenzione, evitando di realizzare una struttura che in realtà può avere più handicap che quelli che sono i benefici. Allungando a Sud la pista, interrando la tangenziale, sfruttando i terreni incolti e liberi da civili abitazioni, si puà raggiungere la stessa lunghezza – della pista ortogonale – se non di più, sfruttando i venti dominanti.

So dell’esistenza di diverse alternative tecniche. Credo che vadano sottoposte al confronto con un nostro organo tecnico che in questo senso è Aeroporti di Puglia. Suggerisco però di non rendere infinito questo confronto, perché altrimenti rischia di diventare l’indecisione un fattore stesso di allungamento dei tempi. Quindi, diciamo, facciamo il confronto, ma una volta finito poi si assume la decisione e si produce.

Assessore Minervini, non possiamo che ringraziarLa innanzitutto per l’interesse dimostrato per l’Aeroporto della Capitanata intera, il “Gino Lisa”, e poi per il tempo che ci ha dedicato nel rispondere a queste brevi domande dell’intervista.

Ribadiamo di essere un’associazione apolitica, apartitica, indipendente ed autofinanziata, pertanto questi complimenti non possono che derivare da un carattere di oggettività.

Non possiamo che essere d’accordo con le Sue ultime affermazioni finali. Ciò che ci ha sempre contraddistinto, e sicuramente se ne sarà accorto visitando il nostro sito – così come ci ha confidato di fare ogni tanto -, è quello di non perderci in parole, ma di essere interessati sempre e solo ai fatti.

Parlare, appunto, ancora di una pista trasversale, dopo che sia la storia – ci riferiamo alle foto della Seconda Guerra Mondiale degli Americani e Inglesi sul “Gino Lisa”, in cui si vede come esisteva una pista trasversale identica, ma già all’epoca abbandonata per il problema dei venti – sia studi tecnici del settore dimostrano con oggettiva evidenza l’invalidità della stessa, è solo perdere del tempo inutile.

Pertanto non possiamo che appoggiare il lavoro della Regione Puglia, orientato all’allungamento della pista attuale dell’Aeroporto di Foggia, l’unica valida soluzione adottabile. Quest’ultima infrastruttura ha un potenziale di crescita fin’ora mai coltivato. L’intera Capitanata, nello stesso “Sistema Puglia”, ha bisogno di crescere grazie all’Aeroporto e non si più concedere il lusso di perdere ancora del tempo.

Allo stesso tempo, parlare dell’inizio del 2013 per iniziare a posare 300 metri di asfalto significa parlare di tempi inaccettabili. Sicuramente Lei sa che l’intero nuovo Aeroporto di Bari è stato costruito nel giro di soli due soli e mezzo. Bisogna, perciò, iniziare molto prima le opere ed accorciare le tempistiche al massimo. Il “Gino Lisa” non può più aspettare. I foggiani, da parte loro hanno dato (e continuano a dare) il loro contributo, riempiendo i voli già presenti, pagando un prezzo del biglietto maggiore che altrove. Nel 2010, con un solo aereo da 50 posti, che operava tre tratte, si potevano trasportare al massimo circa 8.400 passeggeri ogni mese, ovvero circa 100.800 all’anno. A fine anno sono stati 71.881 i clienti dell’Aeroporto di Foggia, registrando così un riempimento medio del 71%. Tali valori sono i fatti. Altri aeroporti li raggiungono?

Grazie nuovamente per la Sua disponibilità e Le auguriamo buon lavoro. Da parte nostra Le promettiamo la massima attenzione per ciò che il Suo Governo Regionale svolgerà, supportando sempre e solo le scelte valide, come l’allungamento della pista.

Ascolta l’audio dell’intervista qui

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , ,

Categorie: Comunicati Stampa, Generale, Pista