Il Gino Lisa e il “Rapporto sulle strategie di programmazione per il sistema aeroportuale italiano”

| 7 dicembre 2010

Nel mese scorso ha fatto molto discutere uno studio dell’ENAC, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, in cui l’Aeroporto di Foggia, definito uno “scalo bonsai”, era stato inserito in una lista di aeroporti d’Italia definiti inutili e da chiudere.

In merito allo studio, piuttosto superficiale e non basato su dati aggiornati che vedono lo stesso Gino Lisa atipico rispetto agli altri scali piccoli della nostra nazione, a causa della sua elevata crescita e propensione allo sviluppo, registrata negli ultimi due anni, è persino intervenuto Domenico Di Paola, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia, oltre che Pepe e Zanasi.

Nei prossimi giorni, possiamo anticiparvelo, un altro importante esponente, non legato però alla politica locale, fornirà il suo parere in merito (rimanete perciò “sintonizzati” su Mondo Gino Lisa).

Nel frattempo pubblichiamo un’interessantissima analisi sulla questione, realizzata da Francesco di Cristofano, in cui viene paragonato l’Aeroporto di Foggia agli altri scali minori d’Italia, evidenziandone però le differenze in positivo ed in negativo. Le stesse che rendono Foggia non paragonabile ad altre realtà e giustificando i motivi per cui l’Aeroporto di Foggia deve essere ingrandito.

Per leggere il documento cliccate qui.

Buona lettura!

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Pareri, Studi sul Gino Lisa, Studi tecnici & Info