Aeroporto Gino Lisa, siamo vicini alla svolta

| 1 dicembre 2010

Gianni Mongelli, Sindaco di Foggia

L’aeroporto ‘Gino Lisa’ è un patrimonio della città, della Capitanata e della Puglia che deve essere al centro della programmazione istituzionale e della concertazione con le parti sociali con l´obiettivo di migliorarne la funzionalità al servizio dello sviluppo economico della nostra terra. Così è stato e continuerà ad essere per il Comune di Foggia, che su questo tema sarà sempre presente ogni qualvolta sarà necessario e opportuno esserci.

Il dibattito alimentato in questi giorni da molteplici interventi di istituzioni e organizzazioni sociali, che Confindustria Foggia ha portato a sintesi nel qualificato convegno svoltosi in Camera di Commercio mercoledí scorso, fa emergere, a mio parere, un primo e positivo elemento: siamo ad un punto di svolta nella programmazione per il miglioramento dell´aeroporto. Lo hanno ribadito i rappresentanti della Regione Puglia e di Aeroporti di Puglia, gestori della struttura, ottenendo il sostegno delle istituzioni locali e l´attenzione del sistema imprenditoriale.

Tutti concordiamo sulla necessità di migliorare l´infrastruttura esistente, innanzitutto completando gli investimenti già avviati, e di proseguire sulla strada del consolidamento del traffico aereo, trovando la formula giuridica e finanziaria idonea a sostenere, ma non all´infinito, i voli che rappresentano la vita dell´aeroporto.

Rispetto al futuro, proprio per imboccare al meglio la strada che ci porterà al miglioramento di questa infrastruttura strategica, dobbiamo scongiurare l´errore di far nascere e proliferare i partiti di questa o quella soluzione. Queste sono scelte che si compiono non sulla base delle convinzioni personali o, peggio, ideologiche; queste sono scelte che si fondano su strategie operative determinate analizzando opzioni tecniche e finanziarie che definiscano con chiarezza il rapporto tra i costi e i benefici e consegnino agli organismi politici la responsabilità della scelta.

Personalmente, ritengo sia prioritario programmare interventi che possano essere effettuati mantenendo aperto l´aeroporto: abbiamo già visto cos´é significato perdere giorni di operatività e non possiamo correre il rischio di incrinare la credibilità che ci siamo guadagnati a costo di tanti sacrifici.

A questo prerequisito risponde positivamente il progetto di AdP di allungamento della testata 15, le cui procedure di attuazione, espropri compresi, possono essere avviate anche da domani. Stessa considerazione vale per l´eliminazione degli ostacoli che limitano la testata 33 e per i necessari interventi di ampliamento dell´aerostazione e delle infrastrutture di servizio e tutela ambientale.

Così facendo, il ‘Gino Lisa’ puó accogliere aerei fino a 150 posti ed essere posizionato con maggiore capacità attrattiva sul mercato turistico.

Questa è, a mio parere, la soluzione ideale per avviare lo sviluppo dello scalo. Senza escludere dall´orizzonte operativo la costruzione della nuova e piú lunga pista, quella cosiddetta ‘ortogonale´. Ritengo positiva la proposta, avanzata dal presidente di Confindustria Foggia, Giuseppe Di Carlo, di verificare la fattibilità di una compartecipazione dei privati alla realizzazione di questo progetto, che puó contare sulla piena disponibilità delle aree su cui costruire l´infrastruttura: sono già vincolate e tale vincolo puó essere ulteriormente rafforzato.

Così come, l´ipotesi di utilizzare la base militare di Amendola a scopi civili puó essere percorsa, purchè non si compromettano gli investimenti che si stanno realizzando su un sito strategico per la rete di difesa della Nato.

E’ per questa strada che il Comune intende contribuire alla modernizzazione della rete logistica del capoluogo, dando corpo alle responsabilità ed assumendo gli oneri connessi alla funzione della città capoluogo nel sistema istituzionale ed economico della Capitanata e della Puglia.

Fonte Foggia&Foggia del 1.12.2010

Egregio Signor Sindaco, ci fa molto piacere leggere le sue parole scritte sul giornale ‘Foggia & Foggia’. Concordiamo soprattutto con la necessità di evitare l’«errore di far nascere e proliferare i partiti di questa o quella soluzione», poichè «queste sono scelte che si compiono non sulla base delle convinzioni personali o, peggio, ideologiche», ma «che si fondano su strategie operative determinate analizzando opzioni tecniche e finanziarie che definiscano con chiarezza il rapporto tra i costi e i benefici e consegnino agli organismi politici la responsabilità della scelta».

Siamo sicuri che avrà colto lo spirito della nostra associazione Mondo Gino Lisa. Noi siamo abituati a ragionare per fatti, non per parole o per “partito preso”. Abbiamo sempre prodotto documenti concreti di realizzazione su cui poter discutere e mai agito o sostenuto tesi senza basi concrete. Esempi della nostra “storia” ce ne sono, basti pensare al “Sondaggio sull’Aeroporto Gino Lisa di Foggia”, alle due versioni del “Progetto di allungamento della pista” e, come ultimi, lo “Studio dei venti basato su dati METAR”, lo “Studio degli aeroporti e delle lunghezze delle piste” e l'”Analisi sul futuro di Amendola”. Siamo stati i primi a lavorare in questo modo e continueremo a farlo. Molte scelte fatte in questi mesi dagli Enti preposti, sono stati molto influenzati dai nostri studi.

Ci fa piacere prenderci questo merito. Non per vanto, come sarebbe facile pensare, ma semplicemente perchè vogliamo continuare su questa strada: essere da sproni ad una discussione costruttiva, basata su fatti e non su parole, perchè solo così si può andare avanti verso uno sviluppo concreto ed efficace dell’Aeroporto di Foggia. Siamo pronti a continuare ad essere un’associazione con cui potersi confrontare, con cui poter discutere e a cui potersi rivolgere. Il nostro lavoro tecnico, libero, autonomo, indipendente ed autofinanziato rimane a disposizione di chiunque lo voglia sfruttare. Siamo cittadini e ci teniamo alla nostra città.

Il “Gino Lisa” è attualmente l’unica possibilità che ha Foggia e l’intera aerea circostante per riprendersi da una crisi economico-finanziaria-lavorativa che, ahinoi, ci sta toccando a fondo in questi ultimi anni.

Concludiamo dicendo che, allo stato dei fatti, finalmente dopo tanti anni di stallo qualcosa si sta veramente muovendo. La nostra attenzione rimarrà alta e continueremo a stimolare a continuare verso ciò che tutti stiamo chiedendo: far crescere l’Aeroporto di Foggia, il “Gino Lisa”, non altri scali…

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , ,

Categorie: Comunicati Stampa, Generale, Pista