Radio Master e l’intervista al Sindaco Mongiello

| 25 ottobre 2010

Dal mese di settembre è iniziata la collaborazione tra Mondo Gino Lisa e Radio Master, l’importante emittente radiofonica della Capitanata, la quale ha sposato, come noi, la “causa” (se così la si può chiamare) dello sviluppo e della crescita dell’Aeroporto “Gino Lisa” di Foggia.

Nella quarta puntata andata in onda venerdì scorso, avete potuto ascoltare l’intervista fatta al Sig. Sindaco di Foggia Mongiello, a cui sono state poste alcune domande riguardo ciò che si sta facendo per far crescere lo scalo di Viale degli Aviatori.

Qui di seguito pubblichiamo il testo dell’intervista andata in onda. Più tardi pubblicheremo anche l’intera puntata di Mondo Gino Lisa su Radio Master, in cui potrete ascoltare i commenti di Angelo Stilla, Direttore Tecnico di Mondo Gino Lisa.

Ritorniamo a parlare della questioneormai importante, grande per noi di RadioMaster, ma ci siamo accorti effettivamente grande anche per quanti ci ascoltano e per quanti condividono con noi questo che è diventato un problema: ritorniamo a parlarne con il Sindaco di Foggia, Gianni Mongelli. Buongiorno, signor Sindaco.

Buongiorno a voi e a chi ci ascolta.

Bene, ritorniamo a parlare, dicevo, di questa questione, in merito alla pista soprattutto, questo è il tema principale: la pista del “Gino Lisa”. Aeroporti di Puglia sostiene di essere in attesa degli espropri del Comune. Noi qualche giorno fa abbiamo ascoltato anche il signor Vascello. Il Comune di Foggia replica che è in attesa di Aeroporti di Puglia: insomma, dov’è la verità?

Mah… la verità… La situazione di un percorso amministrativo complesso, che comunque ha necessità di avere con chiarezza alcuni presupposti di partenza. Il sapere il costo degli espropri e quindi con esattezza l’impatto che questo importa nel progetto di allungamento della pista è un dato essenziale. Stiamo lavorando insieme, non mi pare che il Comune aspetti Aeroporti di Puglia.

o Aeroporti di Puglia aspetti il Comune per meglio definire i livelli di vincolistica, e poi a quel punto poter con precisione individuare gli immobili oggetti dell’esproprio. Sicuramente intervenire su di un’area urbanizzata, quindi con presenza di manufatti (villette e altro), complica un attimo questo esame. Spero che a breve si riesca a concluderlo con una quantificazione che poi sarà rimessa ai tecnici di Aeroporti di Puglia e della Regione per il definitivo finanziamento. Questo, ci tengo a precisare, riguarda l’allungamento dell’attuale pista, ma questo problema (quello degli espropri) comunque non è privo di interesse anche nelle altre eventualità, perchè ogni comunque ogni intervento, anche quello della nuova pista eventualmente, porta con sè la necessità di espropriare aree e manufatti.

Si, tra l’altro, se non erro, il Comune di Foggia, anzi la Regione Puglia, ha reperito i 14 milioni di euro per realizzare questo allungamento di 800 metri della pista dell’aeroporto “Gino Lisa”…

Non sono 800 metri, sono meno.

Sono meno… Ma il signor Vascello ci diceva che forse questi 14 milioni saranno pochi, riguardo a tutto ciò che ci sarà da fare. Insomma, c’è una specie di rimpallo, diciamoci la verità, tra Aeroporti di Puglia e Comune di Foggia. Aeroporti di Puglia dice chiaramente “Noi abbiamo fatto il nostro dovere, ora tocca al Comune”…

Torno a ripetere, io non lo vedo questo rimpallo. Stiamo definendo insieme con una vincolistica precisa quali sono gli immobili oggetto dell’esproprio e la loro valutazione. Poi, se i 14 milioni di euro saranno pochi, come penso anch’io possano essere pochi, bisognerà verificare la reperibilità delle risorse da un lato e quel rapporto costo/benifici a cui accennava anche l’assessore Minervini. Però bisogna tener conto che per Foggia è fondamentale dare piena attuazione allo sviluppo dell’aeroporto, e in particolar modo all’allungamento della pista.

A proposito, l’interramento della tangenziale sud in occasione dei prossimi lavori di raddoppio: l’ANAS si dice disponibile a farlo, sembra che il Comune invece non lo richieda?

No, questo non mi risulta: tutte le opere che vengono concordate con ANAS, Comune e Aeroporti di Puglia trovano l’accordo di tutti. Non è che il Comune lo deve richiedere: se ANAS presenta un progetto che interferisce con l’aeroporto e con l’ipotesi di allungamento, è ANAS che deve prendere atto di questo e modificare il suo progetto, eventualmente con l’interramento o con altre soluzioni progettuali che spettano comunque ad ANAS.

Cosa si intende fare con la testata nord della pista? Insomma, vengone confermate le deviazioni o chiusura di via Gioberti?

Se si allunga quella testata, quella testata sicuramente interferisce con via Gioberti e quindi va verificato e va studiato l’impatto sulla viabilità. Più che una chiusura, io penso che si tratterà eventualmente di fare un by-pass di ricollegamento con via Gioberti alla fine dell’area interessata all’allungamento della pista.

Riguardo i voli in più che tutti ci auspichiamo un giorno si possa vedere e dei quali si possa anche usufruire, c’è stata la Denim Air che ha proposto proprio ultimamente 4 destinazioni che riscontrano, tra l’altro, molto successo tra i foggiani, sembra quelle predilette da loro. Qui c’è da dire che la Denim Air ha richiesto comunque l’aiuto degli Enti locali; so che è un periodo un pò particolare, ma chiaramente questo aiuto viene richiesto non solo al Comune, ma anche alla Provincia, alla Camera di Commercio di Foggia, almeno nella fase iniziale. Si potranno sostenere iniziative del genere?

Tutto va visto in una situazione finanziaria che è quella che è un pochettino per tutti gli enti, a cominciare dalla Regione, però penso che questo debba far parte di un tavolo di valutazione più ampio. Ad oggi è la Regione che si sta facendo carico del supporto di queste attività di volo, anche perchè il comune, diciamo, non ha eventualmente la titolarietà. Questo però è un aspetto che al momento non mi è stato nemmeno sottoposto: siamo alle dichiarazioni di principio. Il Comune tutto quello che potrà fare per favorire il volo, il potenziamento dei voli e il miglioramento delle infrastrutture del “Gino Lisa”, lo farà.

Anche perchè comunque qui c’è anche un rimpallo di dichiarazioni: se da una parte Aeroporti di Puglia dice che non c’è un grande flusso di viaggiatori dallo scalo aeroportuale foggiano, dall’altra parte invece i dati dimostrano che i foggiani, o chi per loro, insomma, vogliono volare. E’ importante quindi per la crescita della nostra città, per le infrastrutture…

Sicuramente. I dati sono incontrovertibili, che ci sia un potenziamento dei soggetti che volano è fondamentale. Comunque, bisogna confermare e potenziare l’attuale livello dei voli come primo risultato.

Tempi? Lo so che le chiedo tanto… Tempi per l’allungamento della pista.

Noi abbiamo adesso la fase degli espropri da definire, e poi ci sarà la fase dei lavori. Tempi… da parte nostra ci sarà il massimo impegno a ridurre al minimo possibile i tempi amministrativi. Tutto qua.

Benissimo. Io chiaramente mi pregerò di chiamarla ancora per sapere e anche per discutere insieme di altre problematiche inerenti l’aeroporto “Gino Lisa”. Grazie per il suo intervento.

A risentirla. Buona giornata.

Anche a lei. Salve.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Pista, Radio Master