Eurispes concorde con Mondo Gino Lisa sull’Aeroporto di Foggia?

| 14 ottobre 2010

Nell’articolo sullo studio di Eurispes in merito al Gino Lisa (clicca qui per leggerlo), abbiamo parlato ampiamente di come l’Aeroporto di Foggia abbia tutte le potenzialità per essere un importante struttura che serva un bacino di utenza molto elevato.

Sulla base di quanto esposto, allora, abbiamo provato ad integrare queste considerazioni, che si aggiungono agli studi di fattibilità tecnica già pubblicati su Mondo Gino Lisa, con una raccolta di dati concreta circa il reale bacino di utenza del Gino Lisa, tenendo conto del profilo demografico e dei flussi turistici.

BACINO DI UTENZA DEMOGRAFICO 100 KM DAL GINO LISA POPOLAZIONE RESIDENTE [1] POPOLAZIONE INTERESSATA BACINO EFFETTIVO
PROVINCIA DI FOGGIA 640.891 100% 640.891
PROVINCIA BAT 391.705 33% 129.263
PROVINCIA DI CAMPOBASSO 231.266 100% 231.266
PROVINCIA DI POTENZA 384.900 50% 192.450
PROVINCIA DI AVELLINO 438.997 33% 144.869
PROVINCIA DI BENEVENTO 288.099 33% 95.073
TOTALE 1.433.811

BACINO DI UTENZA TURISTICO ARRIVI ANNO ARRIVI INTERESSATI UNITÀ
PELLEGRINI A S.G.R/ANNO 6.000.000 [2] 10% 600.000
ARRIVI STAGIONE ESTIVA (2007) 868.200 [3] 5% 43.410
TOTALE 2.077.221

Come leggere questa tabella? Innanzitutto abbiamo stimato che il “Gino Lisa” possa interessare un’area più vasta della sola provincia in quanto gli altri scali concorrenti (Pescara, Napoli, Bari e Salerno) sono localizzati a notevole distanza. Ovviamente man mano che ci si allontana dal “Gino Lisa” la sua attrattività diminuisce in favori di altri aeroporti in maniera proporzionale.

In un raggio di 100 Km, considerati ragionevoli in assenza di altri scali, si possono inglobare in tutto o in parte altri territori. Ad esempio, la provincia di Campobasso è per interezza interamente appetibile per il “Gino Lisa”  in quanto gli altri scali (Pescara, Napoli e Roma) sono tutti molto più distanti. Mentre per le altre province limitrofe solo una parte del loro territorio può gravare su Foggia, ossia quello più prossimo allo scalo dauno: è il caso della parte più orientale delle province di Avellino e Benevento (corrispondenti a circa un 1/3 degli abitanti totali) e della parte settentrionale della provincia di Potenza (con buona approssimazione possiamo dire all’incirca la metà vista la vicinanza dello scalo di Salerno). Per ciò che riguarda la provincia di BAT solo una fascia di comuni confinante con la Capitanata può optare per il “Gino Lisa” anziché scegliere Palese.

Così facendo si arriva comunque ad un interessante valore di bacino potenziale di 1.433.811.

Per ciò che concerne i flussi turistici, occorre valutare la proporzione gli arrivi effettivi sarà riservata al trasporto aereo.

Partiamo dal presupposto che gli arrivi a San Giovanni Rotondo sono stati calcolati per il 2009 in 6.000.000: un tale livello si attesta ormai sul numero delle presenze del Santuario di Lourdes dove il locale aeroporto (Tarbes-Lourdes-Pyrénées) ha registrato 658.531 passeggeri nel 2009 [4]. Possiamo quindi considerare ragionevole una percentuale del 10% dell’afflusso turistico religioso si concretizzi per via aerea.

Per i flussi turistici più squisitamente vacanzieri abbiamo utilizzato una percentuale del 5%.

Questa rappresenta una valutazione fatta sull’aeroporto di Brindisi dove nel 2008 a fronte di 1.000.200 [5] arrivi turistici si è registrato nello scalo salentino,scalo comparabile per vocazione turistica e per bacino d’utenza allo scalo dauno,un movimento charter pari 46.468 passeggeri [6].

Il risultato finale indica quindi una potenziale bacino aggregato di flussi turistici balneari e religiosi (che hanno il forte pregio di non essere stagionali) stimato in oltre 2 milioni di potenziali passeggeri (2.077.221).

Ovviamente questa analisi rappresenta un esercizio di marketing basilare che non ha,a differenza dello studio Eurispes, criterio di scientificità. L’obiettivo è quello di indirizzare e promuovere la realizzazione di un infrastruttura le cui analisi preliminari tecniche/economiche indicano non solo come realizzabile ma come redditiva.

Per leggere il documento originale dell’indagine Eurispes, clicca qui.

Articolo curato da Francesco di Cristofano


[1] Fonte: Wikipedia

[2] Fonte: Ansa.it, “Il turismo religioso non conosce crisi”

[3] Fonte: Rapporto Eurispes sulla Provincia di Foggia, “La domanda di trasporto e l’analisi dei flussi”

[4] Fonte: Wikipedia

[5] Fonte: www.statigeneralidelcommercio.it, “Puglia: i dati sulla movimentazione turistica” aggregazione dei dati delle province di Brindisi e Lecce

[6] Fonte: http://www.aeroportidipuglia.it, “Evoluzione del Traffico Passeggeri Aeroporto Brindisi”

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Novità, Studi Eurispes, Studi tecnici & Info