G. Potenza (Adiconsum): maggiore chiarezza sulla questione Aeroporto

| 21 settembre 2010

Sulla questione aeroporto Gino Lisa ormai l’attenzione è molto elevata e diversi “occhi” sono puntati nell’osservare la situazione. Tra questi sicuramente ci sono i nostri di Mondo Gino Lisa, ma anche quelli delle Associazioni dei Consumatori e dei singoli clienti dello scalo, sempre più interessati ed attenti a ciò che succede in Viale degli Aviatori.

L’Adiconsum di Foggia fa sentire la propria voce per mezzo del suo Presidente Avv. Giuseppe Potenza, che in merito alla questione afferma: “Siamo curiosi di verificare sul banco di prova la serietà degli Enti – predisposti alla gestione dello scalo di Viale degli Aviatori – e, più in generale, dell’Ente Regionale Pugliese, ente che, in materia di trasporto aereo nella provincia di Foggia, si è dimostrato un vero disastro”. Riguardo “casa nostra”, lo stesso Potenza aggiunge: anche il Presidente Pepe dovrebbe far sentire più forte la propria voce sul punto. Sinceramente non vediamo sinergie molto consolidate e fruttuose oggi in atto tra gli aeroporti pugliesi”.

Effettivamente le parole del Presidente sono condivisibili poichè, allo stato dei fatti, si fa fatica a pensarla diversamente. Si parla di allungare la pista del Gino Lisa da ormai due anni, ma ancora oggi non è stata ancora mossa una pietra… Chi si sta aspettando, visto che si è detto ormai in più di un’occasione che il tutto è fattibile e relizzabile senza grossi problemi?

Potenza prosegue: “I consumatori si sentono defraudati – si pensi al recente impoverimento della linea ferroviaria Foggia-Benevento ed al fatto che non sono stati ancora istituiti i nuovi collegamenti aerei per Pisa, Bergamo, Venezia ecc. sollecitati dagli utenti per mezzo della rappresentanza di noi di Mondo Gino Lisa-. In egual misura si sentono defraudate le imprese turistiche di Capitanata che non riescono a trovare soddisfazione ai loro bisogni, nonostante il boom di presenze turistiche registrate. In ogni altro Paese moderno, la situazione di stallo in cui si trova la nostra provincia non si sarebbe mai verificata. Possibile che nessuno trovi il coraggio di intraprendere un’azione efficace e coinvolgente per dire ai nostri Amministratori che tutto questo è pazzesco? Speriamo che l’importante convegno che si terrà a Vico del Gargano sul futuro dell’aeroporto Gino Lisa sia un trampolino di lancio per ottenere risposte concrete alle legittime richieste dei cittadini e degli imprenditori di Capitanata. Ci contiamo molto, ma non ci illudiamo. Tra il dire ed il fare ci sono di mezzo le scelte politiche, che non sempre hanno come obiettivo la soddisfazione dei bisogni degli utenti.”

“I venti son cambiati”, ci permettiamo di commentare; è iniziata una nuova era per il Gino Lisa che, dopo tanti anni di puro abbandono, ha deciso di risvegliarsi e di aver intenzione di crescere alla grande… Meglio prendere la palla al balzo ed agire sulla cresta di quest’onda, prima che le cose si possano ripercuotere contro e chi è preposto si ritrovi a dover rispondere di ciò che non è stato fatto o non è stato svolto nel migliore dei modi.

Il presente articolo ha come fonte il Quotidiano di Foggia.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , ,

Categorie: Generale, Sviluppo

I commenti sono chiusi