In elicottero da Nola a Brindisi, ma si rende necessario lo scalo al «Lisa»

| 20 luglio 2010

Movimentato soccorso in volo per un uomo di sessant’anni ieri gravemente ustionato a causa dello scoppio di una bombola di gas. L’incidente è avvenuto a Nola, in Campania, quando è scattato l’allarme del servizio regionale campano 118 si è reso necessario l’intervento dell’elicottero per trasportare l’uomo (che presentava ustioni sul 50% del corpo) al centro grandi ustionati di Brindisi. Tuttavia durante la fase di trasferimento il pilota è stato costret to a fare uno scalo tecnico a Foggia.

«Siamo stati informati che l’altro elicottero che svolge analogoservizio nella nostra area di pertinenza aveva subìto un guasto, non potevamo lasciare scoperta la zona per un periodo che poteva protrarsi oltre le due ore. Così siamo dovuti atterrare a Foggia per cambiare elicottero, da dove poi abbiamo ripreso il decollo per arrivare a destinazione», spiega il comandante Giuseppe Maurici dell’Alidaunia.

E’ stato un soccorso in cui l’integrazione tra i mezzi della compagnia foggiana, titolare del 118 sia in Puglia che nel Salernitano, «ha funzionato a meraviglia», spiega ancora Maurici. «Abbiamo corso come i forsennati per recuperare il tempo perduto a causa dello scalo tecnico – aggiunge – appena 48 minuti da Foggia a Brindisi dove c’era ad attenderci un’ambulanza che ha accompagnato l’uomo in ospedale».

Fonte La Gazzetta del Mezzogiorno del 20.07.2010

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , ,

Categorie: Alidaunia

I commenti sono chiusi