Facciamo volare il Gino Lisa

| 13 luglio 2010

Foggia – Cresce a dismisura il numero di foggiani che volano dal “Gino Lisa”, ma la politica rimane completamente distratta dalle grosse potenzialità che lo scalo aereo foggiano può esprimere per lo sviluppo economico dell’intera Capitanata. Lo ha ribadito il “Comitato Gino Lisa” (www.ginolisa.it) alla sua presentazione ufficiale alla città venerdì scorso, presentando dati e progetti per dimostrare come l’aeroporto possa essere un prezioso volano alla crescita del territorio e come, invece, c’è chi fa di tutto per frenarlo. A cominciare dall’allungamento della pista: la Regione Puglia ha in programma di spendere 80 milioni di euro per allungarla, ma nella direzione sbagliata. «Abbiamo dimostrato come la scelta di realizzare una nuova pista trasversale sia tecnicamente non corretta, in quanto avrebbe i venti dominanti su Foggia laterali all’aereo, quindi sfavorevoli nelle operazioni di decollo e atterraggio (tali venti dovrebbero, invece, soffiare frontalmente al velivolo). Esperti del settore, tra cui piloti di Darwin Ailrine, di Alitalia e dell’Aeroclub di Foggia, contattati direttamente dal Comitato, hanno confermato che tali venti renderebbero molto spesso inutilizzabile tale nuova pista trasversale. A ciò si aggiunge che essa interferirebbe con lo spazio aereo dell’Aeroporto Militare di Amendola, che preclude ai voli civili tutta la zona immediatamente ad Est del capoluogo dauno. La stessa cosa si verificherebbe adottando soluzioni di aeroporti alternativi (es. riattivazione dell’Aeroporto Militare di Borgo Mezzanone)», è stato detto in conferenza stampa. Perché allora ci si ostina con scelte sbagliate, che compromettono l’atterraggio di chiarter e compagnie aeree low cost incoraggianti il traffico aereo? Forse il problema è quello di non innimicarsi i proprietari di immobili che insistono sull’area da liberare? «Una cosa è certa: la politica, ancora una volta, si è lasciata spiazzare dai cittadini che, molto più avvedutamente e sapientemente, come ha fatto il Comitato Gino Lisa, anche questa volta hanno dimostrato come le soluzioni alla crescita della città siano facilmente possibili e più semplici di quelle che la classe dirigente cerca di ingarbugliare. Ciò che serve ai nostri amministratori è solo un atto di coraggio », dice Lucio Ventura, consigliere comunale de La Puglia prima di tutto.

Fonte News Gargano – 12.07.2010

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , ,

Categorie: Pista, Rassegna Stampa