Aeroporti italiani: Foggia e Trapani la crescita maggiore

| 7 giugno 2010

ROMA – Piste di decollo e di atterraggio sempre più affollate e aerei sempre più pieni. Accade nei piccoli aeroporti italiani, da Foggia a Trapani, da Taranto a Cuneo che, in controtendenza rispetto ai grandi scali nazionali dove spiccano molti segni meno, registrano numeri in crescita sia per i movimenti degli aerei commerciali sia per i passeggeri trasportati. Nel 2009, secondo i dati sul traffico negli scali italiani pubblicati dall’Enac, Foggia, che con 4.697 movimenti aerei commerciali complessivi si è classificata al 32esimo posto tra i 48 aeroporti nazionali (Fiumicino, la prima in classifica, ne ha 318.849), ha registrato il maggior incremento rispetto all’anno precedente, +61,1%.

Seguita da Trapani che, con i suoi 9.865 movimenti e il 25esimo posto in classifica, segna un buon +40,1% rispetto al 2008. Positiva anche la performance di un altro scalo pugliese, Taranto, dove i movimenti, che nel 2009 sono stati appena 194 (44esimo posto in classifica), sono aumentati del 35,7%. Movimenti in aumento, anche se più contenuti, anche in altri scali minori come Lampedusa (+27,9%), Rimini (+17,9%), Olbia (+11,6%), Treviso (+10,6%), Lamezia Terme (+8,5%), Alghero (+7,6%), Cagliari (+6,6%), Siena (+6,1%), Pescara (+2,7%). I piccoli scali registrano numeri in aumento anche sul fronte dei passeggeri.

Il miglior risultato spetta ancora all’aeroporto di Foggia, al 36esimo posto per il numero totale di passeggeri trasportati sui servizi aerei commerciali (67.518 contro gli oltre 33 milioni della prima in classifica, Fiumicino), che ha registrato un incremento del 131% rispetto al 2008. Raddoppia i propri passeggeri anche Trapani (+101,4%), che ne conta 1.069.019 (23esimo scalo per numero passeggeri). Aumenti a due cifre hanno interessato anche gli scali di Cuneo (136.860 passeggeri, +59%) e Siena (1.055 passeggeri, +32,2%). Segno più anche per molti altri piccoli scali: Cagliari (+13,4%), Brindisi (+13,2%), Lamezia Terme (+9,1%), Alghero (+8,7%), Ancona (+4,4%), Treviso (+3,6%), Pescara (+3,1%), Lampedusa (+2%). Quello che accade nei piccoli aeroporti è in controtendenza rispetto alla situazione dei grandi scali nazionali. Fiumicino, Malpensa e Linate, sul podio della classifica Enac sia per numero totale di movimenti aerei commerciali, sia per numero totale di passeggeri trasportati sui servizi aerei commerciali, segnano infatti variazioni negative rispetto al 2008.

Per l’aeroporto romano i movimenti sono diminuiti del 6,5% e i passeggeri del 4%. Segni meno anche nei due scali milanesi: a Malpensa i movimenti segnano -13,9%, i passeggeri -8,8%; a Linate i cali sono rispettivamente del 3,2% e del 10,5%. Tra gli scali maggiori fanno eccezione Bologna, dove aumentano sia i movimenti (+3,6%) che i passeggeri (+15,5%), Palermo dove crescono i movimenti (+4,8%), e Bergamo dove aumentano i passeggeri (+9,7%).
Ansa.it

Fonte Ansa

I dati fanno gioire la Darwin Airline che opera i voli per Milano, Torino e Palermo, ora in codesharing con Alitalia, ma anche Aeroporti di Puglia che però focalizza l’attenzione su ciò che è necessario fare per il vero sviluppo del Gino Lisa . ‘C’è ancora tanto da fare, non solo da parte degli aeroporti, quanto da parte del sistema, affinchè la struttura sia utilizzata al meglio, ha dichiarato ai microfoni di Radio Nova Domenico Di Paola, amministratore unico Aeroporti di Puglia. Se non cresce il sistema della ricettività, dell’organizzazione degli eventi, della valorizzazione degli asset, del marketing territoriale -senza voler fare una critica a chi oggi già lo fa- non ci sarà mai la vera crescita degli aeroporti. La cosa più importante che stiamo perseguendo è l’allungamento della corsa al decollo della pista esistente. Un intervento che potrebbe essere abbastanza celere da realizzare, però abbiamo il problema della sussistenza, sul terreno interessato, di costruzioni che devono essere valutate dal Comune di Foggia’.

Fonte Teleradioerre


Ormai non si può più negare che l’Aeroporto di Foggia sta vivendo una periodo di successi e decisive crescite, ormai da tre anni, in cui il traffico di passeggeri è arrivato a cifre molto importanti, che dimostrano sempre di più la necessità di un concreto sviluppo dello scalo stesso. Necessario è dunque l’allungamento della pista, non più rimandabile, perchè ormai gli aerei attuali, i Saab2000, non bastano più. Si ripetono oramai molto spesso situazioni di 64 prenotazioni su 50 posti disponibili (l’ultimo caso è quello di sabato 5 giugno per un volo Foggia-Milano, in cui 14 passeggeri sono stati riprotetti su Bari), sinonimo del forte successo del Gino Lisa. Nuove compagnie, nuovi voli, pista più lunga, aerei più grandi sono diventati un dictat!


AGGIORNAMENTO DEL 9.6.2010
Parlano di noi anche sul Quotidiano di Foggia di oggi 9.6.2010 (cliccare qui), in riferimento anche a questo stesso articolo di Mondo Gino Lisa che state leggendo.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , , , ,

Categorie: Alitalia, Darwin Airline, Generale, Pareri, Pista, Rassegna Stampa