Sviluppo dell’aeroporto Gino Lisa, risultato del vertice a Palazzo Dogana

| 5 giugno 2010

“I livelli istituzionali della provincia di Foggia hanno il dovere di intervenire, operativamente e concretamente, nell’affrontare il grande tema della mobilità di Capitanata, con particolare riferimento alla risoluzione delle criticità che impediscono un pieno ‘decollo’ del nostro trasporto aereo. Quella di oggi è stata una prima riunione importante, che ha messo a confronto idee e opinioni sul rilancio del ‘Gino Lisa’”. Così Carmine D’Anelli, presidente della Commissione ‘Trasporti ed Assetto del Territorio’ dell’Assise provinciale, commenta l’esito del vertice politico-istituzionale convocato per discutere del rilancio dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ e tenutosi questa mattina nella Sala Consiliare di Palazzo Dogana. Molti gli amministratori presenti: dal presidente della Provincia di Foggia Antonio Pepe ai consiglieri regionali; dai sindaci dei Comuni di Capitanata al commissario dell’APT, Nicola Vascello, sino ai segretari delle organizzazioni sindacali e delle associazioni del commercio e al presidente della Camera di Commercio di Foggia, Eliseo Zanasi. Nella sua lunga relazione Nicola Vascello ha evidenziato la strategicità di un pieno rilancio dell’aeroporto ‘Gino Lisa’, fondamentale per sostenere adeguatamente “la straordinaria industria turistica della Capitanata, che fa registrare ogni anno qualcosa come 4,5 milioni di presenze ed un milione di arrivi e detiene il 50 per cento dei posti letto dell’intera Puglia”. “Le evoluzioni del turismo – ha spiegato Vascello – ci dicono però che è necessario intervenire sulla mobilità, perchè solo attraverso spostamenti più veloci e a costi minori è possibile commercializzare prodotti turistici diversi dai consueti ‘pacchetti balneari’. Soltanto così sarà possibile centrare l’obiettivo di una piena destagionalizzazione dei flussi”. Ad oggi, infatti, “i numeri e i dati confermano che il nostro turismo cresce nonostante la crisi ma nel contempo delineano i primi segnali di cedimento, a cominciare dal fatto che esso si sviluppa sempre più come turismo ‘di prossimità'”. “Molte risorse sono state investite in questi anni in altri aeroporti della Puglia – ha dichiarato il commissario dell’APT -. E’ arrivato il momento di prestare una maggiore attenzione a questa parte della regione, che nella sua industria turistica impiega, solo sul Gargano, qualcosa come 7mila addetti”. L’attenzione, dunque, è tutta concentrata sugli interventi di carattere infrastrutturale da mettere in campo e sugli ostacoli da rimuovere, come ha ribadito il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli. “Occorre dare al ‘Gino Lisa’ quella valenza sovra-regionale che merita – ha detto il primo cittadino del comune capoluogo -, aprendo un canale di dialogo con ‘Aeroporti di Puglia’ affinchè ci sia un consolidamento dei voli attuali ed un potenziamento delle tratte, come ad esempio l’attivazione del collegamento Foggia-Roma necessario per sfruttare le grandi opportunità offerte dal ‘code-sharing’ con ‘Alitalia’”. Per il sindaco di Foggia vanno poi accelerati i lavori che stanno interessando il piazzale del ‘Gino Lisa’, riaprendo il confronto sulle opzioni di allungamento della pista”. Come è noto, l’allungamento della pista (ad oggi utilizzabile per soli 1300 metri) consentirebbe di intercettare i voli charter e quelli delle compagnie ‘low-cost’, superando il ‘tetto’ dei 70 posti attuali. “Le risorse economiche per centrare quest’obiettivo ci sono – ha sottolineato D’Anelli -. E’ bene che tutti ci attiviamo perchè vengano investite presto ed in modo intelligente”. Anche perchè, come ha rilevato il presidente della Camera di Commercio Zanasi, “l’assenza del contributo regionale metterebbe a rischio anche la prosecuzione dell’attività della compagnia area attualmente operante. A Foggia è possibile volare e le cifre in nostro possesso fotografano flussi in entrata sono superiori a quelli in uscita”. Tra i tanti interventi registrati nel corso del dibattito quelli del presidente di Confcommercio, Matteo Biancofiore; della segretaria provinciale della Cgil, Mara De Felici, dei consiglieri regionali Dino Marino e Anna Nuzziello e del presidente dell’associazione ‘Assolisa’ Roberto Marzano.

Fonte Teleradioerre


Ai nostri lettori lasciamo le ovvie conclusioni ed i commenti, soprattutto a seguito del nostro richiamo, a chi di competenza, pubblicato qualche giorno fa in quest’altro articolo.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Categorie: Generale, Rassegna Stampa, Sviluppo