Isole Tremiti collegate all’Europa. In partenza l’accordo tra Darwin Airline e Alidaunia

| 26 maggio 2010

«Partirà molto probabilmente il 15 giugno il nostro accordo di collaborazione con Darwin Airline, per portare tutti i passeggeri dei voli del Gino Lisa direttamente alle Isole Tremiti». Con queste parole, l’Amministratore Unico di Alidaunia Roberto Pucillo ai microfoni del TG Regione in onda nella giornata di oggi conferma quanto questo sito aveva già anticipato.

L’accordo tra la compagnia che da 25 anni opera collegamenti elicotteristici con l’arcipelago adriatico e la compagnia svizzera con sede a Lugano permetterà di fare del Gino Lisa un vero e proprio hub per tutti i turisti diretti sul Gargano e che scelgono il Gino Lisa come punto di riferimento per il loro viaggio. Contemporaneamente, il codeshare tra Darwin Airline ed Alitalia consentirà di raccogliere turisti da tutto il mondo, che potranno utilizzare i collegamenti aerei provenienti da Milano Malpensa, Torino e Palermo per raggiungere direttamente i luoghi del Gargano. Ad esempio, un passeggero proveniente da New York potrà imbarcare il bagaglio all’aeroporto J. F. Kennedy e ritirarlo direttamente sulle Isole Tremiti, facendo scalo prima a Milano Malpensa e poi al Gino Lisa, tutto con un unico biglietto aereo. Dal Gino Lisa, poi, in 20 minuti, con l’elicottero di Alidaunia, si potrà sbarcare nelle isole Tremiti.

Alidaunia risulta allora molto disponibile a definire al più presto l’accordo con Darwin Airline, promotrice di questa iniziativa. Roberto Pucillo aggiunge che «non appena Darwin ha raggiunto un accordo con un tour operator, potrà comunicare a che ora vuole l’elicottero e noi cambieremo immediatamente la nostra pianificazione dei voli». Darwin Airline però rassicura di aver già lanciato per l’estate una proposta di vacanza alternativa rispetto alle mete più gettonate e clienti che sono nel Canton Ticino e nelle province di Varese, Lecco e Novara, ovvero il principale bacino di utenza della stessa compania.

Si tratta di un’iniziativa esemplare e da prendere come modello, l’unica soluzione ragionata per lo sviluppo di un traffico aereo rivolto alla risorsa Gargano, lontano da fantomatiche e insensate ipotesi di costruzione di un aeroporto a Vieste. In questo modo si può fare del Gino Lisa un vero e proprio punto di riferimento per diverse tipologie di traffico: da quello studentesco, a quello di lavoratori, passando per quello turistico e religioso. L’aeroporto di Foggia sarà un hub per il congiungimento del traffico aereo con quello elicotteristico, il primo esempio in Europa.

Pacillo annuncia anche che a partire dal 1° giugno 2010 entrerà in esercizio il nuovo elicottero Agusta AW139, che permetterà di trasportare fino a 15 passeggeri alla volta. Inoltre, il servizio elicotteristico, per tutta l’estate 2010, potrà esser visto come un vero e proprio bus volante, in cui i passeggeri potranno chiedere di esser lasciati a richiesta a San Giovanni Rotondo, Peschici e Vieste.

La soluzione proposta ha tutti i connotati per riscuotere successo. Tutto dipenderà dagli sforzi promozionali fatti dalle due compagnie aeree. Sta di fatto che queste iniziative vanno coltivate, perché inerenti con la vocazione dello scalo aereo foggiano. Non dimentichiamo però che la pista del Gino Lisa va allungata il prima possibile, in modo che anche altre compagnie possano approfittare dell’opportunità e atterrare al Gino Lisa, permettendo a quest’ultimo di crescere concretamente… La concorrenza dei cugini baresi si fa sempre sentire, il fiato al collo c’è sempre… Attenzione però a non cadere in facili tranelli dei piani alti!

Cosa dobbiamo fare noi foggiani in merito? Non perdere l’attenzione sulla questione pista. L’aeroporto può rappresentare un vero e proprio punto di svolta e di crescita per l’intera economia foggiana. Inoltre continuiamo a scegliere il Gino Lisa come punto di arrivo o partenza dei viaggi aerei (a questo punto anche per raggiungere i posti turistici del Gargano via elicottero) e consigliare a tutti i conoscenti di avere come punto di riferimento il nostro aeroporto. I corregionali brindisini e leccesi hanno fatto così, perché noi foggiani non seguiamo il loro esempio?

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • Google Buzz
  • LinkedIn
  • Live
  • MyShare
  • MySpace
  • PDF
  • RSS
  • Technorati
  • Wikio IT

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Categorie: Alidaunia, Alitalia, Darwin Airline, Dove si vola/volerà, Generale, Novità, Trasporti e Collegamenti